Sabato 10 Dicembre

Pogba-Juve, la verità di Ferguson: “io e Raiola come l’acqua e l’olio”

LaPresse/Daniele Badolato

Nella sua autobiografia Sir Alex Ferguson svela alcuni particolari inediti dell’addio di Pogba dalla United. Il grande artefice dell’operazione? Mino Raiola…

‘Leading’, si intitola così la nuova autobiografia firmata Alex Ferguson. Ed è un libro destinato a far parlare di sé. Perché nella sua eterna storia di manager dello United, ‘Sir Alex’ ne ha di episodi da raccontare e retroscena da svelare. Uno di questi riguarda l’addio di Paul Pogba ai Red Devils: “Ci sono uno o due agenti che semplicemente non mi piacciono – si legge nel  libro – e uno di questi è Mino Raiola, il procuratore di Paul Pogba. Ho cominciato a non avere fiducia in lui sin dal momento in cui l’ho conosciuto”.

Ferguson torna poi sullo ‘scippo’ di Pogba: “Avevamo un contratto di tre anni, con una opzione per il rinnovo per un’ulteriore stagione che avevamo tutta l’intenzione di confermare ma Raiola è improvvisamente apparso sulla scena e il nostro primo incontro fu un fiasco. Lui ed io eravamo come l’acqua e l’olio. Da quel momento i giochi erano chiusi, perchè Raiola si ingraziò Pogba e la sua famiglia e convinse il giocatore a firmare con la Juventus”.