Giovedi 8 Dicembre

Golf, Jason Day è l’uomo da battere nel Deutsche Bank Championship

Il golfista australiano cercherà di mantenere il comando nella classifica FedEx, dopo averlo sottratto a Spieth al The Barclays

L’australiano Jason Day, reduce da tre vittorie nell’arco di un mese e sorretto da uno splendido stato di forma, sarà l’uomo da battere nel Deutsche Bank Championship (4-7 settembre) – insolitamente programmato dal venerdì al lunedì – sul percorso del TPC Boston, a Norton nel Massachusetts, secondo dei quattro tornei dei Playoffs che concludono sia il PGA Tour 2015, sia la FedEx Cup.

jason dayAl termine di essi al vincitore di una speciale classifica a punti verranno assegnati i dieci milioni di prima moneta della FedEx Cup. Al momento è al comando proprio Day, che ha superato Jordan Spieth, il quale con il taglio subito nel The Barclays, in un colpo solo ha perso la leadership nella FedEx stessa e soprattutto nel World Ranking, rendendo il trono al nordirlandese Rory McIlroy, dopo appena un settimana di regno. I due però sono divisi da 14 centesimi di punto, vale a dire che basta poco per ricambiare tutto. Sono rimasti in gara 100 dei 125 concorrenti ammessi alla prima prova che poi si ridurranno a 70 nel BMW Championship (17-20 settembre) e a 30 nel Tour Championship (24-27 settembre), evento di chiusura. Nella FedEx, come detto, è al comando Day (p. 4.459) seguito da Spieth (4.169), da Bubba Watson (3.167), dallo svedese Henrik Stenson (2.152), da Zach Johnson (2.049) e da Dustin Johnson (2.028).

LaPresse/PA

LaPresse/PA

In ogni gara dei Playoffs al vincitore vanno 2.000 punti, al secondo 1.200, al terzo 760, al quarto 540, al quinto 440 e via a scalare, però dopo il BMW Championship i punti acquisiti verranno resettati. Rimarrà ovviamente lo stesso ordine di graduatoria, ma il primo partirà per la volata conclusiva con 2.000 punti, il secondo con 1.800, il terzo con 1.600, il quarto con 1.440, il quinto con 1.280 fino al 30° con 168. In questo modo anche il 30° classificato ha la teorica possibilità di arrivare ai 10.000.000 di dollari, pure se la serie di concomitanze per accaparrarseli è quasi impossibile da realizzarsi. Ciascuno dei primi cinque, invece, con un successo avrebbe garantito il jackpot, che sarebbe di 11.485.000 dollari aggiungendoli il primo premio del torneo. Dopo aver saltato il The Barclays, torna in campo Rory McIlroy, mentre sarà ancora assente lo spagnolo Sergio Garcia, unico tra i 100 aventi diritto.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Sotto osservazione, naturalmente Jordan Spieth, soprattutto per vedere la sua reazione dopo lo scivolone precedente e anche lo stesso McIlroy, le cui condizioni fisiche, a seguito dello stop per l’incidente alla caviglia non sono certo ottimali. Quanto a Day può essere sorpassato solo da Spieth e da Watson, quest’ultimo piuttosto tonico e terzo nel The Barclays. Hanno buone chances di vincere, tra i più vicini a Day, anche Stenson, Zach Johnson e Dustin Johnson, mentre sembra un po’ appannato l’inglese Justin Rose (8° in FedEx). La FedEx Cup complessivamente distribuirà premi per 35 milioni di dollari. A nozze il vincitore, ma non andrà poi tanto male ai piazzati con tre milioni di dollari al secondo, due milioni al terzo, 1.5 al quarto e un milione al quinto. Nei quattro eventi dei Playoffs il montepremi è 33 milioni di dollari, 8.250.000 dollari per ciascuna gara con 1.485.000 dollari per il primo classificato.