Lunedi 5 Dicembre

Canottaggio: continua il percorso degli italiani ai Mondiali di Aiguebelette

LaPresse/Daniele Badolato

L’italia continua a portare avanti altre imbarcazioni: nella seconda giornata dei Mondiali di Aiguebelette di canottaggio 11 barche azzurre passano il turno eliminatorio

Sulle acque del lago di Aiguebelette (Fra), al termine della seconda giornata di gare dedicate alle batterie e recuperi, la nazionale italiana continua il percorso mondiale passando il turno eliminatorio con 11 barche (6 Olimpiche, 2 Paralimpiche, 3 non olimpiche) oltre all’otto pesi leggeri gia’ in finale diretta. Per quanto riguarda le gare di oggi, e’ riuscito ad agguantare la finale, con la seconda posizione, il quattro di coppia maschile pesi leggeri, barca non olimpica, formata da Jose’ Casiraghi (SC Milano), Matteo Mulas (CLT Terni), Francesco Pegoraro, Federico Gherzi (SC Esperia. Nulla da fare, invece, per il singolo maschile senior di Luca Rambaldi (Fiamme Gialle) che, dopo il secondo posto nel recupero, potra’ disputare solo le finali di consolazione, ma lontano dalla possibilita’ di qualificare il singolo per le Olimpiadi (solo 9 barche staccano il pass olimpico). Buona la prova del due senza pesi leggeri, di Petru Alin Zaharia (SC Caprera) e di Armando Dell’Aquila (Fiamme Oro), che hanno vinto la batteria e guadagnato l’accesso in finale. Primo nel recupero anche il doppio pesi leggeri (barca olimpica) delle campionesse Laura Milani e Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle) che, grazie alla prova odierna, raggiungono i quarti di finale. Successo in batteria anche per il doppio senior maschile (barca olimpica), di Giacomo Gentili (SC Bissolati) e Romano Battisti (Fiamme Gialle) che, grazie a questa vittoria, accede ai quarti di finale e, quindi, prosegue la corsa verso la parte alta del mondiale. Va ai quarti di finale anche Gaia Palma (SC Lario) che nel singolo, barca olimpica, e’ arrivata seconda nel recupero dietro alla Lettonia.