Sabato 3 Dicembre

Rugby, Quentin Geldenhuys punta la Scozia: “voglio la prima vittoria da capitano”

Andrea D'Errico/Lapresse

Domani a Torino sarà il 24° incontro tra le due formazioni con un bilancio a favore degli scozzesi, avanti 14 a 9

“Voglio la mia prima vittoria da capitano”. Quentin Geldenhuys lancia l’Italia di rugby alla vigilia del test match contro la Scozia, domani a Torino, primo dei tre incontri che preparano alla Coppa del mondo. “Sara’ una partita fisicamente impegnativa, ci prepariamo da due mesi e mezzo, ora dobbiamo mettere in pratica quanto fatto in allenamento e verificare cosa funziona e cosa ancora no – spiega l’equiparato sudafricano alla quarta gara da capitano -. La chiave per vincere? Prendere touche e mischie e poi la difesa.
empics/lapresse

empics/lapresse

Voglio il mio primo successo da capitano, sono un leader del fare piu’ che del parlare. La nostra squadra e’ forte, in due mesi e mezzo di ritiro siamo diventati una famiglia, vogliamo fare 80 minuti di buon rugby”. Quello dell’Olimpico sara’ il 24/o confronto tra Italia e Scozia: il bilancio e’ di 14 vittorie a 9 per gli scozzesi. L’attesa e’ buona, in prevendita sono stati venduti 10 mila biglietti. La Federugby ha presentato anche la nuova partnership con Sapio Life, azienda che fara’ da supporto alla Nazionale per la terapia del freddo fornendo una speciale crio-camera che seguira’ la squadra durante i Mondiali in Inghilterra. Si tratta di una stanza a bassissime temperature, tra i -110 C e -160 C, per eseguire trattamenti di prevenzione e cura degli infortuni, di recupero dall’affaticamento muscolare tra un allenamento ed un match, un match ed un allenamento, migliorando il benessere fisico degli atleti. Quello della crioterapia e’ un trattamento in uso da anni tra i rugbisti, sportivi che tra i primi se ne sono avvalsi, Questi trattamenti consentono di ridurre l’infiammazione e il periodo di recupero dopo i traumi, aumentando nel contempo la soglia del dolore. Insomma, davvero una cosa da rugbisti.