Venerdi 9 Dicembre

Davide Bellini: l’italiano che ha trasformato il rugby a Santo Domingo

La storia di Davide Bellini, appassionato di rugby, che ha dato nuova vita al movimento rugbystico di Santo Domingo

La nostra penisola da diversi anni è costantemente “assalita” da immigrati in cerca di fortuna, sono oramai lontani i tempi in cui gli italiani andavano oltre oceano per rifarsi una nuova vita, ma oggi vogliamo raccontarvi la storia di Davide Bellini, ovviamente italiano e più precisamente della provincia di Brescia.
Un passato da giocatore, Bellini è cresciuto a livello rugbystico dal 1986 nelle giovanili del Lumezzane dove ha continuato a giocare fino al 2006 approdando anche nella U20 del più blasonato club di Viadana in occasione di una tournè in Francia. Per lavoro ha girato il mondo,  Spagna e Cuba in primis, fino ad arrivare in quel di Santo Domingo come albergatore. Pur essendo lontano dai campi da diverso tempo, Davide la passione per la palla ovale non l’ha mai persa e decide di avvicinarsi all’organizzazione che gestisce il rugby nella Repubblica Domenicana, attiva dagli anni 60’ grazie ad un Diplomatico francese che inizia a muovere il pallone ovale all’università UASD (Università Autonoma de Santo Domingo), organizzazione attiva ma decisamente non strutturata.
All’inizio dell’avventura nella terra del mare e del sole, Davide Bellini ha giocato nel club Red Dragons per due stagioni per poi dedicarsi all’arbitraggio dei match, attività che Bellini, avendola già praticata nel CNAR (Comitato Nazionale Arbitri) di Brescia, reputa fondamentale per l’accrescimento del movimento a Santo Domingo.
A Santo Domingo manca una vera e propria Federazione e, nel dicembre 2012, si fa promotore insieme ad un altro amico dell’organizzazione di una serie di riunioni con i dirigenti della Federazione “fantasma”, per far nascere qualcosa di serio e organizzato viene formato un nuovo gruppo direttivo.
Nel marzo 2013 ci sono le elezioni federali ed il gruppo direttivo inizia un mandato di 2 anni (fino a marzo 2015) dove Davide Bellini ricopre l’incarico di Segretario Generale ed inizia il suo mandato costituendo anche il CNAR (Comité Nacional de Arbitros).
Finalmente nel 2014 dopo aver ricevuto la comitiva del NACRA (North America and Caribbean Rugby Asociation) avviene la partecipazione ad un incontro con il Comité Olimpico Dominicano, il CONI locale, per richiedere il riconoscimento del gruppo di lavoro di FEDORUGBY. Il COD rilascia la lettera di riconoscimento grazie alla quale nella riunione straordinaria dell’Agosto 2014 il nuovo gruppo direttivo viene riconosciuto dal NACRA. A questo punto anche la World Rugby, ai tempi IRB, riconosce FEDORUGBY e attesta i corsi di primo livello arbitri e amministratori di rugby.
Nelle nuove elezioni federali Davide si presenta in lista contro la “vecchia guardia” e il risultato è schiacciante, 21 voti favorevoli contro 14. Il nuovo direttivo parte fortissimo e grazie al supporto del Ministero dello sport e al Ministro in persona portano a conclusione due corsi di formazione all’avvicinamento al rugby, il primo con 40 persone e il secondo con 80. Davide Bellini attualmente è il Tesoriere della Federazione, organizzatore del CNAr e responsabile dello sviluppo del rugby.
Nel mese di Luglio si è giocata la prima Coppa Gatorade con ben 32 squadre da 10 giocatori. Il movimento è in crescita e noi non possiamo che essere orgogliosi che sia stato un rugbista italiano a dare nuova vita al movimento locale. VAMOS DAVIDE!!!

Mirko Clemente – Rugbymeet