Martedi 6 Dicembre

Analisi di una squadra da Champions: la Juventus, un made in Italy bianconero

LaPresse/Spada

Buffon, Bonucci, Chiellini, Barzagli, Pirlo, Marchisio, ma sopratutto Mister Allegri

C’è un certo “Made in Italy” che va alla conquista dell’Europa. È un “Made in Italy” di stampo piemontese e di colori bianconeri. È un “Made in Italy” rappresentato da una veloce zebra che parla diversi dialetti italiani. Dal bresciano del genio Pirlo al pisano della roccia Chiellini passando per l’home-made torinese Marchisio. È un “Made in Italy”, quello di Buffon, Bonucci, Chiellini, Barzagli, Pirlo, Marchisio, che domani se la gioca con il Monaco. E per giocarsela bene sarà importante che un altro italiano facente parte della veloce zebra bianconera rifletta bene sul come scendere in campo. Stiamo parlando di Mister Allegri, l’uomo a cui nessuno in estate avrebbe dato due lire sul suo percorso juventino post-Contiano. E invece. Eccolo qui. Ed ecco quindi che Max dovrà ben pensare ai motivi per cui la Juve ha avuto sin qui una sorta di timore reverenziale nei confronti di questa competizione Champions, cercando poi di far scattare nei suoi giocatori la scintilla giusta per far cadere timori e reverenze. E per fare quel salto di qualità europeo che tutti i tifosi bianconeri aspettano.