“Soffocata fino ad addormentarmi”, Miles Bridges nei guai: la moglie mostra i segni delle violenze del giocatore NBA | FOTO

La denuncia della moglie di Miles Bridges: Mychelle picchiata dal giocatore NBA

/
SportFair

Mentre il mercato NBA è in fiamme, la pallacanestro statunitense viene sconvolta da una notizia terribile: la moglie di Miles Bridges ha deciso di rompere il silenzio e denunciare le violenze subite nel tempo. Mychelle Johnson, 24 anni, madre di due bambini, ha condiviso un post sui social: una carrellata di foto che mostrano i segni sul suo corpo ed ilr acconto da brividi.

Odio che si sia arrivati ​​a questo, ma non posso più tacere. Ho permesso a qualcuno di distruggere la mia casa, abusare di me in ogni modo possibile e traumatizzare i nostri figli per tutta la vita. Non ho niente da dimostrare al mondo, ma non permetterò a nessuno che potrebbe fare qualcosa di così orribile di non avere rimorsi e di dipingere un’immagine di qualcosa che non sono. Non permetterò alle persone intorno a lui di continuare a zittirmi e continuare a mentire per proteggere questa persona. Non è etico, è immorale, è veramente MALATO. Mi fa male il cuore perché ho sempre avuto speranza, e così tanto amore e per quanto questo sia spaventoso per me, è ora che mi dichiari. Non starò più in silenzio per proteggere gli altri perché apprezzo me stesso e i miei figli più dell'”immagine” di chiunque altro… una frattura al naso, al polso, timpano lacerato, muscoli del collo strappati dall’essere soffocati fino a quando non mi sono addormentata e una grave concussione. Non ho bisogno di simpatia, semplicemente non voglio che succeda a nessun altro, voglio solo che questa persona riceva aiuto, i miei figli meritano di meglio. È tutto quello che voglio. Fa male, fa male tutto, fa male questa situazione, soprattutto ho paura e sto soffrendo per i miei figli che sono stati testimoni di tutto. Per favore, rispetta la privacy della mia famiglia e smettila con le voci e le accuse disgustose“, ha esordito la moglie del giocatore degli Hornets.

Graffi sul viso, naso fratturato, orecchio sanguinante, lividi su braccia, gambe e schiena: sono queste le conseguenze della violenza del giocatore NBA sulla donna.

Bridges, che è fuggito prima dell’arrivo della polizia, è stato accusato di reato di violenza domestica quando si è consegnato alla polizia di Los Angeles mercoledì, secondo quanto riportato da TMZ.

Di Rita Caridi

Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015