In Qatar sarà nuovamente esposta la statua della testata di Zidane a Materazzi: per stimolare conversazioni sullo “stress degli atleti”

Secondo le persone incoraggiava alla violenza, la statua della testata di Zidane a Materazzi sarà nuovamente esposta in Qatar

  • Foto STR / Ansa
    Foto STR / Ansa
  • Foto STR / Ansa
    Foto STR / Ansa
  • Foto STR / Ansa
    Foto STR / Ansa
  • Foto STR / Ansa
    Foto STR / Ansa
  • Foto di Paolo Levi / Ansa
    Foto di Paolo Levi / Ansa
/
SportFair

Manca sempre meno ai Mondiali 2022 e in vista della rassegna iridata, il Qatar ha deciso di reinstallare la statua della famosa testata di Zidane a Materazzi, ben 9 anni dopo che era stata rimossa a seguito delle critiche e delle proteste dei cittadini.

La statua di bronzo, di cinque metri, intitolata Coup de tete, fu presentata a Doha nel 2013, ma fu rimossa prestissimo a causa delle critiche: “incoraggia alla violenza”. L’opera dell’artista francese Adel Abdessemed tornerà ora in un nuovo museo dello sport. La presidente dei musei del Qatar Sheikha al-Mayassa al-Thani ha spiegato la decisione di esporre la statua: “l’evoluzione avviene nelle società. Ci vuole tempo e le persone possono criticare qualcosa all’inizio, per poi capirlo e abituarsi“.

Al-Mayassa ha ammesso che esporre la statua all’aperto è stato un errore, aggiungendo che “Zidane è un grande amico del Qatar. Ed è un grande modello per il mondo arabo. L’arte, come qualsiasi altra cosa, è una questione di gusti. Il nostro obiettivo è dare potere alle persone“.

Ha anche aggiunto che la statua sarà mostrata di nuovo per stimolare conversazioni su: “Lo stress sugli atleti… e l’importanza di affrontare i problemi di salute mentale“.