Mercedes al Salone Auto e Moto d’Epoca: sotto i riflettori le pietre miliari nella storia dell’elettrificazione dela Stella [FOTO]

Dal 21 al 24 ottobre Mercedes-Benz torna ad Auto e Moto d’Epoca, il più grande Salone dell’auto storica in Europa, a rappresentare la Casa di Stoccarda insieme al Mercedes-Benz Registro Italia, il punto di riferimento per gli appassionati del Classic nel nostro Paese

/
SportFair

L’impegno nell’elettrificazione dei modelli e la lunga tradizione delle station wagon caratterizzano la presenza di Mercedes-Benz ad Auto e Moto d’Epoca, in programma dal 21 al 24 ottobre alla Fiera di Padova.

Come da tradizione, torniamo a Padova con un format che ha riscosso grande successo nelle passate edizioni e ci ha permesso di avvicinare al mondo del Classic appassionati sempre più giovani”, ha dichiarato Francesco Martella, Presidente del Mercedes-Benz Registro Italia. “Il parallelismo tra passato e presente ci permette, infatti, di raccontare a tutto tondo l’evoluzione dell’automobile, mettendone in luce le valenze tecniche, stilistiche e sportive, ma anche sociali e culturali“.

Sotto i riflettori la 190 E Elektro, un’auto sperimentale, 100% elettrica, alimentata da una batteria al sodio-cloruro, che nel 1990 segnava il primo passo verso una moderna concezione di mobilità a zero emissioni. Lunghi anni di ricerca e sviluppo hanno portato oggi al debutto della EQS, la nuova ammiraglia full electric firmata Mercedes-EQ, che proprio a Padova fa una delle sue prime apparizioni davanti al pubblico italiano.

Design e cambiamento socio-culturale caratterizzano, invece, la storia delle station wagon della Stella, rappresentate a Padova dalla S 123 e la S 124. Proprio nel nel 1977, infatti, tenuto a battesimo con la sigla costruttiva S123, fa il suo debutto il Modello T, la prima station wagon di moderna concezione, sviluppata ed ufficialmente prodotta dalla Casa di Stoccarda. Una pietra miliare del Marchio che segna un punto di rottura con il passato. Una nuova interpretazione del concetto delle grandi auto con il portellone e spiccate doti funzionali. Non più auto da lavoro come venivano considerate in Italia o seconda auto di famiglia per portare i Baby Boomer, come erano considerate in America, ma un vero status symbol, lo specchio di uno stile di vita dinamico e ricercato. Un’evoluzione di cui si fa oggi ambasciatrice a Padova la nuova Classe C station wagon, che rinnova il successo di questo modello attraverso un forte upgrade tecnologico, un design ancora più sportivo e una gamma di motorizzazioni di ultima generazione, esclusivamente ibride.