Una giornata difficile per i cari di Jules Bianchi: da papà Philippe a Charles Leclerc, il 5 ottobre rievoca terribili momenti [FOTO]

Charles Leclerc non dimenticherà mai il suo amico Jules Bianchi: sui social il ricordo per l'amico scomparso nel giorno dell'anniversario dell'incidente in Giappone

/
SportFair

Sono trascorsi 6 anni dalla morte di Jules Bianchi. L’ex pilota è deceduto dopo 9 mesi di coma a seguito di un terribile incidente durante il Gran Premio del Giappone 2014.

Il francese viene ricordato sempre nel giorno del suo compleanno e anche in quello della sua morte, ma sono poco coloro i quali gli dedicano omaggi anche nel giorno di quel tragico incidente. Tra questi ci sono i suoi parenti e amici più cari.

Ieri, Charles Leclerc ha condiviso nelle sue Storie Instagram un post del padre di Jules, Philippe Bianchi. Il pilota monegasco della Ferrari era un grande amico del pilota francese e ha sofferto molto per la sua scomparsa. Un vuoto incolmabile, ma Leclerc porta sempre con sè in pista, e nel cuore, il suo amico.

Ieri, papà Philippe ha condiviso una foto di suo figlio con la maglia della Ferrari, ammettendo “che giornata difficile! Grazie per il supporto ❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️“. Una giornata difficilissima, sì! Perchè il 5 ottobre è la data dell’incidente di Bianchi in Giappone: il francese, a causa della pioggia ha perso aderenza sulla sua monoposto, finendo a tutta velocità contro una gru mobile, ferma nella via di fuga per rimuovere la monoposto di Sutil. Bianchi fu portato subito in ospedale, ma le condizioni erano critiche. Il resto della storia lo conosciamo bene: dopo un intervento per ridurre un ematoma al cervello, Jules rimase in coma per 9 lunghi mesi, per poi spegnersi a luglio del 2015.