Livrea tricolore per l’Alfa Romeo al GP d’Italia: lo speciale tributo in vista della gara di Monza [FOTO]

È Made in “Centro Stile Alfa Romeo” il tributo creativo che celebra Monoposto e Divise dei piloti Alfa Romeo. Dalla vittoria del primo titolo di F1 della storia con Nino Farina nel 1950 ad oggi: un legame indissolubile tra il circuito italiano e Alfa Romeo

/
SportFair

L’autodromo di Monza non è solo il circuito in cui si disputa il Gran Premio d’Italia: è anche la pista sulla quale Alfa Romeo ha conquistato il primo titolo di Formula 1 della storia, il 3 settembre 1950, con la Alfetta 158 di Nino Farina. Tra Alfa Romeo e Monza c’è un legame indissolubile che si rinnova anche quest’anno. A celebrazione del Gran Premio Italiano, la monoposto Alfa Romeo scenderà in pista con una livrea realizzata specificamente per l’occasione dal Centro Stile Alfa Romeo. Protagonista è il logo che celebra i 111 anni del marchio, rivisitato cromaticamente utilizzando i colori della bandiera italiana.
La porzione alta dell’engine cover muta nel verde “quadrifoglio” che diventa complementare con i colori di base bianco e rosso della consueta livrea ufficiale.

La rivisitazione cromatica va dunque a delineare orizzontalmente il tricolore che diventa il tema dominante della livrea. Il contributo creativo del Centro Stile Alfa Romeo non si limita alla monoposto ma arricchisce anche le divise racing dei due piloti Alfa Romeo. Il tricolore italiano anche qui prende vita dal logo 111 che campeggia nella parte alta della tuta per delinearsi verticalmente sulla gamba dei piloti “metaforicamente” fino all’asfalto.

AL MUSEO DI ARESE

La Showcar Alfa Romeo adornata della speciale livrea celebrativa del Gran Premio Italiano di Monza sarà “special guest” del museo di Arese durante la settimana di gara. La casa del Brand sarà inoltre il luogo dove vivere le emozioni del GP grazie alla proiezione live, sul maxi-schermo in sala Giulia, delle qualifiche, prove e naturalmente della gara.

Proprio la showcar offrirà l’opportunità di esplorare il “dietro le quinte” della Formula 1. I visitatori potranno infatti prendere parte ad un’esperienza virtuale realizzata con il contributo video dei piloti Alfa Romeo che inoltre saranno protagonisti di un meeting virtuale, in collegamento diretto dai box di Monza, dai quali dialogheranno con gli ospiti presenti al museo. Sempre a tema Formula 1 tutte le altre attività in programma nel weekend 11 e 12 settembre: dalla presenza delle macchinine in scala e delle vetture Alfa Romeo vere e proprie, prenderanno vita due diversi flashmob realizzati dagli appassionati Alfisti presenti. Il primo, sabato 11 settembre alle 16.30 con il MINI Flashmob: in sala Giulia, su una riproduzione in scala 1:43 del circuito di Arese, saranno protagoniste le macchinine Alfa Romeo che gli appassionati Alfisti porteranno ed esporranno. Domenica 12 settembre tocca invece alle Alfa Romeo “vere” disporsi sul circuito del museo.
Un tributo speciale, in questa occasione, verrà riservato alla Alfa Romeo AR51, che quest’anno festeggia 70 anni: saranno proprio gli esemplari della iconica vettura chiamata “Matta” i protagonisti del flashmob che comporrà un grande e celebrativo tricolore
Il tributo alla Matta continuerà nel pomeriggio di domenica con una speciale parata ed una approfondita conferenza, per il ciclo Backstage, al termine del Gran Premio.

Per gli alfisti del futuro, il Museo ha organizzato – oltre al MINI flashmob – un laboratorio didattico durante il quale bambini e ragazzi si cimenteranno nel disegnare la livrea di una monoposto.

È dedicata invece ai bambini di tutte le età la mostra “Scala 1:23” incentrata sui modellini Togi, marchio che a partire dalla fine degli anni Cinquanta ha prodotto, salvo rarissime eccezioni, unicamente modelli del Biscione in un formato fuori standard. In esposizione i modelli più iconici del marchio, con diverse versioni, colori e allestimenti, con un approfondimento particolare dedicato alla Giulia.

Tutte le attività del Museo sono gratuite e comprese nel biglietto di ingresso. È necessaria la prenotazione a info@museoalfaromeo.com. Per accedere al Museo è necessario essere in possesso del green pass.