La nuova sfida di Wooden Boats: realizzato il WB 10.70m LimoTender dalla tuga mobile [FOTO]

Altezza totale del tender con la tuga abbassata 1,80 m. Altezza interna con la tuga alzata 1,80 m. Il progetto è di Marco Arnaboldi, titolare di Wooden Boats. Il design di esterni e interni è stato curato da Giorgio Cassetta

/

Wooden Boats non è nuova alle sfide. Partendo dalla sua vocazione che punta a unire design elegante con ingegnerizzazione efficiente e performance, ha realizzato il nuovo WB 10.70 m LimoTender, che spicca per la sua tuga mobile, necessaria per poter essere stivato comodamente nel garage del superyacht che lo ospita.

L’armatore americano che ha commissionato il WB 10.70 m LimoTender non aveva dubbi: dopo aver apprezzato il WB14 realizzato per il cantiere Benetti voleva per il suo megayacht di oltre 100 m un tender il più possibile simile. Ma le dimensioni del garage hanno imposto al cantiere boutique di Viareggio una sfida di quelle davvero complesse, che il suo titolare e fondatore, l’ingegner Marco Arnaboldi, ha raccolto con determinazione.

“Non ci siamo limitati a rispettare le dimensioni obbligate in altezza e, ovviamente, in lunghezza” spiega l’ingegnere viareggino. “Oltre ai quattro attuatori elettromeccanici che permettono alla tuga di salire e scendere, completati da un fermo di sicurezza per garantire una navigazione sicura, il WB 10.70 m LimoTender è dotato anche di martinetti interni per il suo sollevamento nelle operazioni di alaggio, evitando così i classici cavi e pesanti ganci esterni molto pericolosi in condizioni di mare agitato. Ne guadagna anche l’estetica del garage, con due semplici bracci, e la praticità e sicurezza delle operazioni”.

Il WB 10.70 m LimoTender è lungo 10,70 m, largo 3,00 m e ha un’altezza complessiva con la tuga chiusa di 1,80 m, la stessa misura di cui possono godere i suoi ospiti all’interno una volta che la tuga è stata alzata. In totale trovano posto a bordo 14 persone e quattro membri di equipaggio.

“L’armatore ha chiesto un tender chiuso per non avere problemi in caso di meteo avverso o mare mosso”, prosegue Arnaboldi. “Il designer Giorgio Cassetta ha quindi studiato delle linee molto rastremate, ma che garantiscono una visibilità interna a 360° grazie alle vetrate verticali su tutto il perimetro del quadrato, le stesse vetrate che scendono lungo la murata quando il tender viene chiuso; il tutto è completato da un ampio skylight. All’interno sono previsti divani su tutto il perimetro per ospitare fino a un massimo di 14 persone, dotati di braccioli a scomparsa come sulle auto più esclusive. Non sono previsti tavoli al centro e la domotica permette di controllare tutte le funzioni, dall’aria condizionata alle luci. La scelta dei materiali d’arredo e delle tonalità di scafo e coperta sono intonati a quelli dello yacht madre, con un ampio uso all’esterno di teck massello”.

L’allestimento del WB 10.70 m LimoTender è già stata avviato nel cantiere di Viareggio e prevede la raffinata costruzione in sandwich di composito di carbonio e PVC in infusione che caratterizza tutti i tender realizzati da Wooden Boats. La motorizzazione è affidata a una coppia di Volvo Penta diesel D3 da 220 cv l’uno con piede poppiero, capace di garantire una velocità di punta di 35 nodi e una di crociera di 25 nodi con un un’autonomia di 200 miglia marine. La consegna è prevista nella primavera 2022.