Sea Coral 2, il terzo scafo del pluripremiato Arcadia A105 sfoggia i più esclusivi brand di design

Sull'Arcadia A105 "Sea Coral 2" i più esclusivi brand del design fanno al differenza. Soluzioni di arredo che esaltano comfort e vivibilità, ampie possibilità per l’armatore di spostare i complementi d’arredo in base alle sue esigenze e tanto altro

  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
  • Alberto Cocchi
    Alberto Cocchi
/

Dopo i primi mesi di navigazione in Mediterraneo, il terzo ARCADIA A105 ha attraversato l’oceano e si trova ora ai Caraibi, dove un intenso utilizzo ha confermato le sue eccellenti doti di navigazione, capace di farsi apprezzare dall’armatore e dai suoi ospiti anche per la cura nell’allestimento degli interni.

L’ennesima realizzazione che sottolinea come per ARCADIA YACHTS l’arredo non significhi semplicemente posizionare a bordo un divano o un tavolo di design, ma effettuare un’attenta scelta di ogni dettaglio per valorizzare le funzionalità e l’estetica dei nostri yacht”, spiega Francesco Ansalone, ARCADIA YACHTS Marketing & Communications manager. “Ovviamente, gli armatori sono liberi di scegliere in base ai loro gusti personali, ma in questi anni abbiamo acquisito un’esperienza e sviluppato collaborazioni qualificate che ci permettono di suggerire e seguire gli armatori in un’attenta selezione degli arredi, all’insegna del gusto e della qualità. Nel caso del Sea Coral 2, abbiamo collaborato a stretto contatto con il designer scelto dall’armatore e il supporto dello studio Hot Lab”.

Dopo aver realizzato molti prestigiosi progetti in alcuni dei luoghi più belli del mondo, come Saint-Tropez, Parigi, Formentera, Val d’Isère, Casa de Campo…”, racconta proprio Alain Perrier, designer dell’armatore, “non ho avuto dubbi nell’accettare il compito di lavorare a bordo di un ARCADIA A105. Se c’è uno yacht che fa la differenza, si tratta proprio di questo: basso sull’acqua, dal profilo filante e con un design moderno. L’ARCADIA A105 rappresenta l’arte di vivere il relax, il comfort e la sicurezza a bordo di uno yacht fuori dal comune. Per questo ho voluto salvaguardare lo spirito e il concept del cantiere, aggiungendovi tramite il décor la personalità dell’armatore

Come le sue sister ship, “Sea Coral 2” è uno yacht di 31,5 m, largo 7,76 m, con scafo e coperta di vetroresina e alcune componenti della veranda di alluminio. Il tutto per un dislocamento a pieno carico di 145 t, mentre la motorizzazione è affidata a una coppia di MAN V8 da 1.000 cv l’uno.

Il décor degli interni è stato curato in collaborazione con il designer personale dell’armatore e con il supporto dello studio milanese Hot Lab. Enrico Lumini, Partner e Head of Design di Hot Lab, è stato personalmente coinvolto nel team di lavoro. Andiamo alla scoperta dei dettagli che formano l’essenza di A105 Sea Coral 2.

Alberto Cocchi

Il pozzetto poppiero esterno sul main deck è aperto, un vero e proprio patio sormontato dalla sezione poppiera del ponte superiore. Le vetrate laterali a pacchetto garantiscono allo stesso tempo una perfetta illuminazione naturale e non interrompono il contatto visivo con l’ambiente circostante, che può essere dunque vissuto appieno in ogni stagione. Per l’arredo sono stati scelti mobili per esterni della collezione Roda: sedie e divani caratterizzati da una struttura zincata semplice e snella, estremamente pratici perché leggeri e facili da spostare. I cuscini sono sempre in tessuto per esterni e il loro colore Blu Klein (dal nome del pittore Yves Klein), un blu elettrico molto intenso, lo si ritrova un po’ ovunque a bordo in diversi riferimenti. Di questo blu sono anche i pouf di ceramica Gervasoni che svolgono una funzione “ibrida”: si possono infatti utilizzare come sedute, ma anche come tavolini facilmente spostabili.

Alberto Cocchi

Sull’upper deck, direttamente a poppavia della plancia di comando, questo salone è uno dei tratti distintivi del “Sea Coral 2”. La zona di comando è infatti totalmente separata e questo spazio assolve un ruolo multifunzione: può essere sala da pranzo più protetta, quando il meteo non consente di utilizzare quella sul ponte principale, ma anche un living più riservato. I riferimenti cromatici giocano sul bianco del cielo e dei mobili, come è di una tonalità chiara anche il tessuto del divano e delle sedie, il tutto alternato al teck naturale del pavimento e di alcuni mobili. La lampada da soffitto Quasar Holland riesce, complice il cielino bianco lucido, a riprodurre uno scenografico cielo stellato senza ricorrere ai classici spot. Le sedie provengono dalla collezione Maxalto: il modello di serie è stato qui rivestito con il medesimo tessuto del divano, che è invece realizzato su disegno del cantiere. Il tavolo B&B Italia crea un contrasto cromatico grazie alla colorazione scura e al disegno arrotondato degli angoli. La lampada Tom Dickson è stata invece scelta perché richiama nei colori, con il vetro bronzato, e nella forma, una lanterna a candela.

Alberto Cocchi

L’area prodiera interna del main deck si presenta come un altro elemento caratteristico del “Sea Coral 2”. Qui si è voluto creare un ambiente che potesse avere un doppio uso, studio o seconda cabina vip, grazie alla presenza di un divano letto della collezione Living Divani, scelto per le sue linee molto semplici e lineari, ma anche per la sua praticità. Qui ritroviamo due pouf, questa volta però del catalogo Cairo, utilizzati come tavolini: la loro struttura e il rivestimento in tessuto li rende facilmente spostabili a seconda delle esigenze. Anche la lampada Royal Botania vuole richiamare ancora, e più dichiaratamente, una lanterna. È previsto che il day toilet, che confina con questo ambiente, possa essere interamente dedicato trasformando quest’area nella seconda cabina vip, che gode di una posizione e un panorama davvero invidiabili. I tocchi di blu qui sono affidati alla moquette: idealmente una continuazione visiva che avvicina la percezione del mare.

Alberto Cocchi

Ancora, lo studio/cabina vip di prua visto da un’angolazione differente, che lascia intravedere il collegamento con le altre aree del main deck e le porte di accesso al bagno e all’armadio. Qui assume un particolare risalto la zona studio, caratterizzata dalla lampada firmata Flos, che si fa apprezzare per il suo design molto sobrio e leggero e la possibilità di adattarsi a diversi usi. La sedia di Maxalto è stata scelta per la sua ergonomia unica: infatti questo studio è stato concepito per un uso intenso e si è quindi puntato sulla massima praticità e comodità.

Alberto Cocchi

Al centro del ponte principale c’è il grande living, che può essere completamente aperto sui lati e, abbattendo anche le murate a creare due vere terrazze sul mare, si ottiene una larghezza totale di ben 11 m. Qui dominano la scena i divani della collezione B&B Italia preferiti per l’indubbia comodità e il disegno molto semplice e lineare, ma anche per la possibilità di personalizzazione, in particolare nel tessuto che è stato selezionato personalmente dall’armatore. La lampada della collezione Tom Dickson è gemella di quella vista nel salotto dell’upper deck, anche qui individuata per il richiamo alle lanterne. Sempre di B&B Italia anche i pouf in stoffa, che in questo caso fungono prettamente da sedute.

Alberto Cocchi

Controcampo del living principale sul main deck, che mette questa volta in evidenza il televisore e, in primo piano, la scala che porta al ponte superiore. Il lampadario della collezione Trizo 21 vuole ancora, pur con un design differente, richiamare il cielo stellato, sempre rifuggendo dagli abusati spot. Si ha inoltre modo di ammirare da un’angolazione diversa i divani di B&B Italia e poi l’attenzione cade sull’originale pouf di India Mahdavi: il ricorrente complemento ibrido che può, di volta in volta, essere utilizzato come tavolino o seduta, anche in questo caso è in ceramica scelta per la particolare ‘riflettanza’ e il colore è sempre Blu Klein.

Alberto Cocchi

Una delle due cabine ospiti gemelle situate sul ponte inferiore, dove si trova in pratica tutta la zona notte. L’ampio uso del bianco è stato scelto per aumentare la sensazione di spazio. Qui è in evidenza la lampada Modular, preferita per la sua doppia funzione selezionabile: una luce soffusa in cabina verso l’alto e una più localizzata per la lettura in basso.

Alberto Cocchi

La cabina vip, sempre sul ponte inferiore a centro barca e a tutto baglio, per dare spazio anche al bagno e alla zona armadi. In evidenza qui le due lampade di supporto all’illuminazione a cielino: le due applique a parete di CVL sono una precisa scelta dell’armatore, mentre la lampada Flos è stata individuata per la sua versatilità e le diverse possibilità di utilizzo, oltre che per il design minimale e senza tempo.

Alberto Cocchi

Alla cabina armatoriale a tutto baglio si accede tramite una scala a poppavia totalmente indipendente. Per i complementi d’arredo qui è stata fatta una scelta completamente diversa, aumentando l’unicità di questo ambiente, grazie agli spot Cantalupi da lettura impreziositi dalla pelle intrecciata e dall’accensione touch. Le lampade a parete sono CTO Lightning volute per la doppia luce alto/basso, ma soprattutto perché la loro tonalità bronzea richiama il quadro sopra il letto. Il blu qui è affidato alla moquette, che contrasta con le finiture arancio dei mobili. La poltrona di Cassina è stata preferita per il suo particolare rivestimento: un feltro molto fresco con una comoda seduta; inoltre è stato possibile personalizzarla con una particolare impuntura delle cuciture.

Alberto Cocchi

Il controcampo della cabina armatoriale mette in evidenza il posizionamento centrale della tv: alla sua destra l’armatore accede al bagno, mentre la porta a sinistra conduce alla cabina armadio. Una citazione per la sedia Maxalto, stesso modello di quella nello studio del ponte superiore, quindi con gli stessi criteri di scelta: su tutti la grande comodità della seduta.

Alberto Cocchi

Questa visuale della cabina armatoriale pone in risalto la zona studio con il focus sulla lampada della collezione Flos, caratterizzata da un design informale e leggero.