Motore Mercedes e una colorazione ‘trovata’ dopo 12 mesi: l’Aston Martin presenta la nuova AMR21 [GALLERY]

L'Aston Martin ha presentato la nuova AMR21, monoposto che verrà affidata a Sebastian Vettel e Lance Stroll: il verde della livrea è il frutto di 12 mesi di lavoro

/

Un ritorno, anche se sarebbe meglio definirla come una rinascita. Il marchio Aston Martin fa di nuovo il suo ingresso sulla griglia di partenza di Formula 1, a distanza di 60 anni dalle cinque presenze totalizzate tra il 1959 e il 1960. Staccatasi dalla collaborazione con la Red Bull, il marchio britannico ha deciso di camminare sulle proprie gambe, trasformandosi nell’inverno appena passato da Racing Point ad Aston Martin Racing. Un progetto ambizioso, partito con l’ingaggio di Sebastian Vettel al fianco di Lance Stroll e proseguito, mercoledì 3 marzo, con la presentazione della nuova AMR21.

La livrea

A sorprendere maggiormente è la colorazione della livrea, un verde curioso e particolare, a cui tecnici e ingegneri sono arrivati dopo un lavoro di ben 12 mesi. Uno studio cromatico spiegato nei minimi particolari da Marek Reichman, responsabile creativo di Aston Martin: “la tonalità di colore è qualcosa di molto importante, perché la percezione dello stesso colore cambia se lo si vede allo schermo del computer, alla luce del sole o in una giornata grigia a Silverstone. Non ci crederete ma abbiamo impiegato 12 mesi per trovare la tonalità di verde giusta e siamo arrivati fino all’ultimo con delle modifiche. Quello che avete visto è il colore più bello dello schieramento. Abbiamo anche dovuto trovare una vernice che non costasse troppo in termini di peso e che permettesse di avere una superficie riflettente da riprodurre anche sulle vetture stradali con le normali pistone a spruzzo. È stato un processo lungo ma il risultato ci soddisfa“.

La carta Vettel

L’Aston Martin Racing non usufruirà solamente della componentistica Mercedes, ma potrà giocarsi anche la carta Sebastian Vettel, ingaggiato dopo il suo addio alla Ferrari. Il tedesco arriva da stagioni non esaltanti, ma la sua esperienza in Formula 1 è così vasta che potrà essere sfruttata a fondo dai tecnici e dagli ingegneri britannici. Una scelta ponderata quella di Lawrence Stroll che, oltre a dare fiducia al suo Lance, ha voluto metterlo alla prova piazzandogli accanto un quattro volte campione del mondo, un complicato banco di prova che lo aiuterà certamente a crescere. Per quanto riguarda il tedesco invece, il suo obiettivo sarà certamente quello di dimenticare le ultime complicate stagioni, tentando di tornare a lottare stabilmente per il podio.

Le informazioni sulla Ferrari

Il fatto che le monoposto del 2021 siano molto simili a quelle della passata stagione sarà un’arma a favore dell’Aston Martin, che potrà sfruttare la presenza di Vettel in squadra per approfondire le lacune della Ferrari. Ovviamente la SF21 sarà migliore rispetto alla vettura precedente, ma il fatto di non poter intervenire a fondo sulla vettura, mette il Cavallino in una posizione scomoda al cospetto di Vettel e della sua squadra. Un’altra arma da sfruttare per rientrare nella lotta per il podio, un obiettivo che il tedesco non può assolutamente fallire. “Ho ancora tanta fame di vittoria, sono qui per questo – le parole di Vettelvincere è molto ambizioso forse, ma andiamo in pista e vediamo cosa riusciamo a fare. Ho molta esperienza e posso aiutare questo team. Darò dei feedback per rendere la macchina ancora più veloce, ma questo team è già grande. Sono contento di essere qui, non vedo l’ora di andare al volante e scendere in pista con questa vettura“.