Dom133, il nuovo yacht di Baglietto: annunciata la vendita del secondo scafo di 40m della linea Dom

Baglietto annuncia la vendita del DOM133, secondo scafo di 40 metri della linea DOM disegnata da Stefano Vafiadis

/

Dopo la consegna la scorsa settimana del motor yacht Run Away, primo esemplare della linea DOM, Baglietto è felice di annunciare la vendita del DOM 133, secondo scafo della fortunata serie firmata Stefano Vafiadis. La vendita del nuovo yacht di 40m segna un ulteriore tassello nella felice relazione tra il cantiere Baglietto e Fernando Nicholson di Camper & Nicholson, in rappresentanza dell’armatore.

La linea “DOM” deriva il suo nome dalla parola latina Domus, “casa”. L’idea di una “casa lontano da casa” è infatti alla base di questa serie di cruiser in alluminio di medie dimensioni, modellati sulle esigenze e sugli stili di vita di un armatore contemporaneo. La DOM LINE si caratterizza per linee esterne contemporanee ispirate al design automobilistico e da generosi volumi interni oltre ad ampi spazi all’aperto.

Il DOM133 è il modello più grande della linea DOM. Adatto ad una navigazione trans-oceanica, l’imbarcazione di 40m si caratterizza per lo scafo in alluminio ed un pescaggio ridotto (2,10 m – 7ft) che la rendono adatta a navigazioni anche in acque poco profonde.

Con una larghezza di 8,70 m (29 ft), il DOM133 ha un volume interno molto generoso e vanta degli spazi e delle soluzioni abitative non usuali per imbarcazioni di queste dimensioni. Ne è un esempio il layout del ponte principale, concepito e sviluppato per garantire un flusso ottimale tra le aree interne ed esterne, valorizzando al contempo l’atmosfera conviviale. Il salone principale, su questo ponte, è caratterizzato da finestre panoramiche apribili a tutta altezza che lo rendono una naturale estensione del pozzetto di poppa. Ulteriore caratteristica degna di nota è la originale scala panoramica in vetro integrata nella struttura del main deck. Il beach club a 2 livelli con piscina a sfioro completa il layout unico nel suo genere.

Due motori Caterpillar C32 permettono all’imbarcazione di raggiungere la considerevole velocità massima di 17 nodi.

Il cantiere ha recentemente avviato la costruzione in speculazione di una terza unità gemella. L’imbarcazione sarà dotata di propulsione ibrida standard e sarà disponibile alla consegna nella primavera del 2023.