Il fascino del salto in alto: perchè le altiste sono tutte belle? Da Lilian Turban a Yuliia Levchenko, a Torun 2021 sport e femminilità vanno a braccetto [FOTO]

Tante ragazzine si allontanano dal mondo dello sport per paura di diventare troppo mascoline: le altiste di Torun 2021 sono la dimostrazione che sport e femminilità possono andare di pari passo

  • Foto di Franck Robichon/ Ansa
    Foto di Franck Robichon/ Ansa
/

E’ iniziato in Polonia lo spettacolo degli Europei Indoor di atletica leggera. La rassegna di Torun 2021 si è aperta con grande spettacolo: gli atleti hanno popolato l’arena polacca, regalando le prime emozioni nelle qualificazioni delle gare. C’è chi è rimasto deluso, chi soddisfatto e chi invece piacevolmente sorpreso. Dalla corsa ad ostacoli al salto in lungo, ma che dire del salto in alto?

In tantissimi avranno notato che questa disciplina ha un lato davvero… affascinante. Tante, se non tutte, le atlete del salto in alto sono bellissime e c’è chi si chiede se è la disciplina a renderle belle o se è la disciplina ad attirare solo ragazze affascinanti.

Il salto in alto, sicuramente, aiuta ad avere un fisico perfetto, asciutto e muscoloso al tempo stesso, ma non in maniera eccessiva, e al tempo stesso sensuale.

Un messaggio importante

Apparentemente può sembrare un argomento inutile e stupido, ma dare attenzione all’aspetto estetico ed esteriore delle atlete professioniste è importante per dare un messaggio ben preciso alle giovanissime.

Sono tante, infatti, le ragazzine che si spaventano di avvicinarsi allo sport per paura di ‘deformare’ il proprio fisico. C’è chi rinuncia al calcio per paura di avere cosce troppo grosse, chi rinuncia al basket per paura di avere spalle troppo larghe, chi evita altri sport ancora perchè teme di diventare troppo muscolosa e mascolina. Beh, la 29enne altista montenegrina Marija Vukovic, la svedese Maja Nilsson, la 19enne ucraina Yaroslava Mahuchikh ucraina, la connazionale 23enne Yuliia Levchenko, 23enne ucraina, vice-campionessa mondiale a Londra 2017, l’estone 20enne Lilian Turban, e la 23enne britannica Morgan Lake sono l’esempio lampante che sport e femminilità possono andare di pari passo.

Tanti sono i brand che le corteggiano e che riescono ad ottenere collaborazioni con loro: dai classici sportivi come Nike, Adidas, Puma, ai brand di make up, beauty e fashion. C’è anche chi ha sfilato in passerella.