/

Rompere gli schemi della nautica mantenendo intatta l’eleganza e la tradizione del Made in Italy che il nome Benetti evoca. Svelare il lato più glamour del brand creando al tempo stesso uno yacht dal look avventuroso che risponde a una nuova interpretazione del concetto di vita a bordo. Pensato per una clientela dallo stile di vita dinamico e informale, Oasis 40M è un’oasi chic di benessere che offre una connessione autentica e continua con l’ambiente circostante, unita a una totale indipendenza. Lungo oltre 40 metri, realizzato in vetroresina, Oasis 40M è spinto da due motori MAN V12 e si sviluppa su 4 ponti con 5 cabine per 10 ospiti e 4 cabine per 7 membri dell’equipaggio, inclusa la comoda cabina del comandante.

Le linee esterne, disegnate dal celebre studio di design di superyacht inglese RWD, sono definite da un’eleganza che delinea uno stile moderno e fortemente distintivo: una perfetta sintesi di raffinatezza italiana e linee classiche inglesi. Caratteristica di Oasis 40M è la capacità di offrire a ospiti e armatore un’esperienza di completa simbiosi con la natura. Gli interni, creati all’insegna di un comfort rilassato e informale, richiamano quelli di un elegante loft open space e sono stati pensati dallo studio newyorkese Bonetti/Kozerski Architecture che al suo esordio assoluto nella nautica ha portato nuove idee e soluzioni di design inedite. Gli ambienti interni sono caratterizzati da un’eleganza chic e minimal, come i tanti progetti dello studio americano che vanta esperienze trasversali a tutto campo nel mondo dell’architettura e del design, dai progetti residenziali per clienti privati in tutto il mondo e i boutique hotel di Ian Schrager, agli showroom Tod’s fino alla modernissima Pace Gallery di New York.

Gli esterni: look avventuroso dall’anima glam

La prua a piombo, il parabrezza verticale con finestrature a tutta altezza della timoneria e i richiami stilistici di ispirazione automotive come la verniciatura color argento del perimetro delle lunghe vetrate sono tutti elementi proposti da RWD per donare a Oasis 40M l’aspetto di uno yacht energico, in grado di accompagnare armatore e ospiti in viaggi avventurosi. Al tempo stesso lo yacht svela a poppa il suo lato più glamour con ampi spazi esterni dedicati alla convivialità, ai party e alla vita all’aria aperta. La beach area sul mare è non a caso l’elemento di maggior forza innovativa dello yacht, con spazi paragonabili per estensione a quelli di una barca di oltre 60 metri. Un’intera terrazza all’aperto il cui layout è reso unico dalla totale assenza di impedimenti fisici e visivi: dal salone principale interno fino ai gradini che portano in mare il flusso è ininterrotto e il contatto visivo con l’orizzonte è costante. Concepita come ambiente multifunzione, la beach area è pensata per essere vissuta all’insegna del divertimento e dello sport durante il giorno, per poi trasformarsi in una sofisticata lounge per momenti più formali al tramonto e alla sera.

Grazie alle due ali laterali apribili, che portano così la superficie totale calpestabile della beach area a 90 metri quadri, la larghezza di questo spazio raggiunge gli 11 metri, ben superiore agli 8,5 metri di baglio dello scafo. L’accesso all’acqua è agevolato da un grande transformer centrale capace di immergersi in mare fino a 1 metro così come di elevarsi per garantire un accesso da banchina più largo e comodo. La logica di questa soluzione tecnologica è stata quella di privilegiare un uso ricreativo della beach area che può in questo modo prestarsi più facilmente alle operazioni di preparazione per il diving, agevolando l’ingresso in acqua del sub e della relativa attrezzatura, o di salita a bordo di tender e jetsky che possono momentaneamente appoggiarsi alla struttura.

A pochi passi dal mare, il vero cuore di quest’area è l’infinity pool, una rarità su yacht di queste dimensioni, oltre 7 metri quadri per 5.500 litri di capacità, dotata di riscaldatore e idromassaggio. L’acqua dolce della piscina è gestita da una cassa autonoma separata dai serbatoi di servizio e per evitare sprechi è regolarmente raccolta, filtrata e rimessa in circolo pulita. Un’isola prendisole centrale domina la zona insieme a un divano a C con coffee table mentre, sul lato destro della piattaforma, un grande sportello a pavimento consente l’accesso a una toy room utile per lo storage dei water toys più piccoli. Ai lati, 3 gradini conducono verso il salone principale, il punto più alto di tutta la Beach Area e accessibile da un’ampia porta curva con ante scorrevoli che garantisce continuità totale tra esterno e interno. In questo modo nessun impedimento visivo ostacola la vista del mare. Sempre per dare una maggior sensazione di libertà la beach area è priva di scale verso i ponti superiori ai quali si accede dai camminamenti laterali o dall’interno. Il garage è posto lateralmente sulla fiancata destra per non interferire con la zona beach e può ospitare un tender fino a 6,3 metri mentre la moto d’acqua trova spazio in un garage a prua.

Lo stesso grado di continuità fra interno ed esterno si può apprezzare fra la skylounge e la terrazza di poppa dell’Upper Deck dove è stata allestita una sofisticata area lounge con divani e sedute per momenti di relax in piena privacy. Il Sun Deck si raggiunge infatti da una scala defilata posta lateralmente a centro nave. Nell’area di circa 90 metri quadri un grande tavolo rettangolare per 12 persone domina la scena insieme a una seconda Jacuzzi di forma circolare a prua e a un’infinity bar con 4 sedute a poppa dal quale è possibile godere la vista delle terrazze dei ponti inferiori e della scia della nave durante la navigazione.

Gli interni: comfort chic ed eleganza informale

Un design organico dai dettagli minimal, colori tenui e materiali come il marmo Calacatta o Vagli, il teak, il legno palissandro e laccato bianco sono alcuni degli elementi scelti da Bonetti/Kozerski per dare continuità agli ambienti e garantire spazi luminosi che riflettono la luce esterna. Tutto è studiato per risultare fluido e lineare, come una sinfonia musicale che accompagna gli ospiti all’interno di Oasis 40M. Grandi vetrate e porte finestre contribuiscono a rendere più labili i confini fra gli spazi interni e quelli aperti, una scelta che i designer hanno voluto rinforzare portando all’interno materiali e colori che caratterizzano i ponti esterni, col risultato di far apparire gli spazi sottocoperta ancora più ampi, aiutati anche dalle numerose superfici riflettenti.

Sull’Upper Deck, una futuristica wheelhouse, altro importante elemento innovativo di Oasis 40M, ruba la scena. La plancia non è più un ambiente di servizio o un locale tecnico riservato a comandante ed equipaggio, ma è studiata per diventare uno spazio funzionale dove vivere l’esperienza della navigazione da inediti punti di osservazione grazie alle vetrate a tutta altezza che coprono 180° e alla comoda seduta che ospita fino a 6 persone in un ambiente di grande innovazione. La timoneria con la classica ruota timone è sostituita da una “light bridge console” dal design avveniristico sviluppata da Benetti e Seastema. Realizzata in fibra di carbonio per ottenere una struttura sottile e leggera ma al tempo stesso incredibilmente resistente, vanta un livello di integrazione software elevatissimo, derivato da tecnologia militare, ha schermi a cielino e una poltrona per il comandante ergonomica Besenzoni. Tutti i comandi sono divisi in due piccole “penisole” come fossero braccioli aggiuntivi della “Captain Chair”. Rack e dispositivi di navigazione sono alloggiati all’interno di un vano tecnico climatizzato dietro la plancia, nel corridoio di dritta nave, nascosti da pannelli facilmente apribili.