• Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
  • Credits: Instagram @Miakhalifa
    Credits: Instagram @Miakhalifa
/

Quando si parla di politica, specialmente con Elezioni e Referendum alle porte, capita che anche una bufala possa diventare virale attraverso i social. È il caso di un post, palesemente falso, condiviso da diversi sostenitori della Lega indignati per la presunta aggressione di una certa attivista del partito, ‘Maria Califfi‘ (Sez. Pontedera), picchiata da esponenti dei centri sociali mentre distribuiva dei volantini.

La ragazza avrebbe riportato gravi danni al naso, come testimoniato nella foto. Allegato il messaggio: “aggredita in pieno centro mentre distribuiva volantini della Lega!!! Sta bene l’attivista toscana Maria Califfi (sez. Pontedera), vilmente attaccata dai centri sociali. Solo qualche contusione e un naso rotto. E questi sarebbero quelli democratici? Vergogna!!“. Si tratta ovviamente di una fake news, per altro pubblicata da una pagina troll, che ha utilizzato la foto della pornostar Mia Khalifa, fresca di lifting al naso (altro che aggressione!). La notizia ha fatto così tanto rumore, fra condivisioni di gente indignata e sfottò di chi ha scoperto la bufala, da entrare anche in tendenza su Twitter.