• Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
  • Lapresse/AFP
    Lapresse/AFP
/

Nel corso dell’asta organizzata da Rm Sotheby’s ad Abu Dhabi, la Ferrari F2002 di Schumi è stata venduta a poco più di sei milioni di dollari

Affascinanti e costose, aggettivi perfetti per le auto messe all’asta da Rm Sotheby’s nell’appuntamento organizzato ad Abu Dhabi prima dell’ultimo Gran Premio della stagione di Formula 1, vinto da Lewis Hamilton davanti a Max Verstappen e Charles Leclerc.

Lapresse/AFP

Battuta tra le altre anche la F2002 di Michael Schumacher, un esemplare unico che ha spinto i partecipanti a fare follie per aggiudicarsela. La monoposto del Kaiser è stata venduta per 6.643.750 milioni di dollari, una cifra risultata alla fine inferiore alla Pagani Zonda Aether del 2017, dotata di un motore di 749 Cv e venduta a 6,812 milioni di dollari. La F2002 è dunque diventata la seconda monoposto di Formula 1 più costosa della storia, piazzandosi alle spalle della sola F2001 venduta per 7,5 milioni di dollari.

Valuta questo articolo

Rating: 1.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE