/

Grazie alla batteria agli ioni di litio da 14,1 kWh, Q5 garantisce un’autonomia, in modalità solo elettrica, superiore a 40 chilometri

Al Salone di Ginevra 2019, le novità di casa Audi non si limitano certo a progetti futuri di full electric, un occhio di riguardo è necessario anche verso prodotti già a listino che tanto piacciono ai clienti ma hanno comunque bisogno di essere aggiornati per rimanere al passo coi tempi.
Visto che la concorrenza non sta certo a guardare, la casa dei quattro anelli, a distanza di 2 anni dal lancio, decide di presentare la variante ibrida plug-in del mid suv Q5.
Si tratta del Q5 TFSI ‘e’ dal momento che la denominazione ‘e-tron’ è esclusiva dei modelli a trazione totalmente elettrica.
Sarà disponibile in due step di potenza, entrambi basati sul 2.0 litri 4 cilindri di casa Audi turbocompresso a iniezione diretta di benzina che lavora in sinergia con un propulsore elettrico integrato nel cambio e una batteria agli ioni di litio collocata sotto il vano bagagli: il primo è il 50 TFSI e Quattro con potenza di 299 Cv e 450 Nm, il secondo è il 55 TFSI che raggiunge i 367 Cv con una coppia di 500 Nm. Quest’ultimo dotato di pacchetto S line exterior di serie.
Grazie alla batteria agli ioni di litio da 14,1 kWh, Q5 garantisce un’autonomia in modalità solo elettrica superiore a 40 chilometri (ciclo Wltp).
Il guidatore potrà scegliere autonomamente il tipo di intervento delle batterie selezionando le modalità ‘Hold‘ oppure ‘EV‘ o lasciar fare all’intelligenza del veicolo selezionando la modalità ‘Auto
In modalità ‘Auto’, i motori elettrico e termico lavorano in sincronia così da massimizzare l’efficienza, ‘Hold’ invece, mantiene il livello di carica della batteria, preservandolo per l’utilizzo dell’auto in modalità ‘EV’.
Tramite l’app myAudi, sarà possibile programmare e controllare lo stato della ricarica oltre che l’autonomia dell’auto, monitorare i consumi e impostare la temperatura desiderata da remoto. Inoltre, grazie al servizio offerto da Audi “e-tron Charging Service” sarà possibile, con un solo abbonamento, accedere ad una rete di colonnine pubbliche in gran parte del territorio europeo.