Qualificazioni Cina 2019 – Digiuno finito, l’Italbasket asfalta l’Ungheria e torna al Mondiale dopo 13 anni

  • Simone Raso/LaPresse

    Simone Raso/LaPresse

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse

    Simone Raso/LaPresse

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

  • Simone Raso/LaPresse
Simone Raso

    Simone Raso/LaPresse Simone Raso

/

La Nazionale di Sacchetti non lascia scampo agli ungheresi, prendendosi un successo che vale la qualificazione ai Mondiali in Cina

Il digiuno è finalmente finito, l’Italia torna a qualificarsi per i Mondiali di basket dopo tredici anni. Fondamentale la vittoria ottenuta contro l’Ungheria nell’undicesima giornata del Gruppo J delle Qualificazioni, un match mai in discussione vinto dagli azzurri con il punteggio di 75-41.

Davanti al pubblico di Varese, gli azzurri non lasciano scampo ai malcapitati avversari, asfaltandoli in tutte le zone del campo e staccando così il pass per la rassegna iridata in programma dal 31 agosto al 15 settembre 2019. Una qualificazione che arriva con un turno di anticipo, visto che la Nazionale Italiana chiuderà il suo percorso lunedì, affrontando in trasferta la Lituania in una gara completamente ininfluente.

LA CRONACA – Successo doveva essere e così è stato, con Della Valle e compagni che prendono subito in mano le redini dell’incontro chiudendo il primo parziale avanti 15-9. Prima dell’intervallo lungo il gap aumenta sensibilmente, con gli azzurri che vanno al riposo sul +19. Al rientro dagli spogliatoi l’Ungheria prova a reagire, ma la Nazionale di Sacchetti risponde colpo su colpo mantenendo i diciannove punti di vantaggio. Nell’ultimo quarto gli ospiti cedono di schianto, consentendo così agli azzurri di legittimare il vantaggio e chiudere sul 75-41 finale.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30848 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery