• Cafaro Gerardo/LaPresse
    Cafaro Gerardo/LaPresse
  • Spada/LaPresse
    Spada/LaPresse
  • Spada/LaPresse
    Spada/LaPresse
  • Spada/LaPresse
    Spada/LaPresse
  • Cafaro Gerardo/LaPresse
    Cafaro Gerardo/LaPresse
  • Spada/LaPresse
LaPresse/Spada
    Spada/LaPresse LaPresse/Spada
  • Spada/LaPresse
LaPresse/Spada
    Spada/LaPresse LaPresse/Spada
  • Spada/LaPresse
LaPresse/Spada
    Spada/LaPresse LaPresse/Spada
  • Spada/LaPresse
LaPresse/Spada
    Spada/LaPresse LaPresse/Spada
  • Spada/LaPresse
LaPresse/Spada
    Spada/LaPresse LaPresse/Spada
  • Spada/LaPresse
LaPresse/Spada
    Spada/LaPresse LaPresse/Spada
  • Cafaro Gerardo/LaPresse
    Cafaro Gerardo/LaPresse
  • Cafaro Gerardo/LaPresse
    Cafaro Gerardo/LaPresse
/

Milan e Napoli hanno dato vita ad una grande partita al San Paolo, Ancelotti ha sconfitto l’allievo Gattuso: una rimonta che fa male

Una gara davvero bellissima quella tra Napoli e Milan al San Paolo. Ritmi buoni per l’inizio di stagione, qualità da ambe due le parti, un chiaro sintomo di come il calcio italiano stia facendo passi avanti in questi ultimi mesi. Del Napoli già sappiamo, ma adesso anche il Milan è annoverabile nuovamente tra le grandi squadre della nostra Serie A. Andare a giocare con questa personalità al San Paolo non è da tutti e quando ci saranno anche Caldara, Castillejo e Calhanoglu, il Milan sarà senz’altro molto competitivo. Il Milan è uscito sì sconfitto stasera, ma con buone indicazioni per Gattuso da molti interpreti della sua rosa. I rossoneri oggi sono passati in vantaggio per 2-0 grazie ad un uno-due targato Bonaventura e Calabria. Il Napoli però non ha mollato di un centimetro, piazzando una grande rimonta con un immenso Zielinski, autore di una prova sontuosa, e con la rete di Mertens negli ultimi minuti di gioco del definitivo 3-2. L’attesissimo Higuain non ha timbrato il cartellino contro la sua ex squadra ma ha disputato comunque una buona prova di fronte ad un pubblico pronto a punzecchiarlo. Carlo Ancelotti la spunta dunque sull’allievo Gattuso, ma questa gara ci ha detto molto più del 3-2 finale. Ci ha detto che il Napoli quest’anno fa sul serio, ma ci ha detto anche che questo Milan può giocarsela con chiunque… sarà un campionato bellissimo!