• AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
/

Peter Sagan tra ferite e acciacchi dopo la caduta nella 17ª tappa: il racconto dello slovacco della Bora

17ª tappa da dimenticare per Peter Sagan al Tour de France: l’attuale maglia verde della Grande Boucle è stata protagonista di una terribile caduta. Lo slovacco, campione del mondo, è apparso acciaccato al traguardo del Col du Portet, con la divisa strappata, sangue in tutto il corpo e zoppicante. Si è temuto che Sagan potesse ritirarsi dalla corsa a tappe francese, ma lo slovacco ha voluto rassicurare tutti i suoi fan promettendo di farcela in questi pochi giorni di pedalata che sono ormai rimasti.

In tanti però si domandano cosa sia successo nella tappa di ieri, come Sagan sia caduto: “sono caduto da solo. Ho preso una curva troppo veloce e sono finito nel bosco. Ho battuto forte il sedere contro una roccia“, ha raccontato alla ‘rosea’.

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE