Red Bull Cliff Diving World Series – Inizio di stagione infuocato

/

Trionfo di famiglia in Texas: Kris Kolanus conquista la prima vittoria in carriera e la compagna Anna Bader sale sul podio femminile, dove si impone Adriana Jimenez. Settimo l’azzurro Alessandro De Rose, davanti alla leggenda Hunt e al campione in carica Paredes

Fiato sospeso e incredibili sorprese: la prima tappa della Red Bull Cliff Diving World Series 2018 ha stupito tutti con risultati inattesi e nuovi record conquistati. Dalle Porte dell’Inferno lo spettacolo dei tuffi dalle grandi altezze ha letteralmente infuocato le acque del Kingdom Possum Lake in Texas e il
numeroso pubblico corso ad acclamare i campioni.

La decima stagione della World Series ha preso il via di fronte ai 12.500 appassionati che dalle barche sotto le scogliere hanno assistito all’incredibile prima vittoria in carriera di Kris Kolanus e al nuovo trionfo di Adriana Jimenez nella categoria femminile. Settimo posto in classifica per l’italiano Alessandro De Rose, che si piazza davanti a campioni del calibro di Gary Hunt e il campione in carica Jonathan Paredes. Alessandro ha deciso di portare in gara una serie di tuffi con coefficiente di difficoltà basso, con i quali potersi garantire un buon piazzamento, per
inserirne di nuovi e più difficili nelle tappe successive: “Ho dato tutto me stesso e sono contento di essermi piazzato a metà classifica – ha dichiarato Alessandro al termine della gara – Questo risultato mi ha fatto capire di aver raggiunto il livello dei migliori diver del circuito e adesso guardo alla tappa di Bilbao con la convinzione di poter fare molto bene.”

Nel circuito maschile sale sul gradino più alto del podio il trentunenne polacco Kris Kolanus, che ha aperto la World Series 2018 con una una serie di tuffi impeccabili, che gli hanno permesso non solo di ottenere la vittoria di tappa, ma anche il punteggio più alto mai assegnato dalla Giuria per un tuffo. “Ho raggiunto l’obiettivo che mi ero posto! – ha affermato Kolanus al termine della gara – Ho presentato una serie di tuffi con alto coefficiente di difficoltà e tutto è andato come avevo previsto. Sono orgoglioso di aver ottenuto un punteggio così alto e spero di fare meglio nelle prossime gare: so che posso riuscirci.”

Dietro di lui, il ceco Michal Navratil, che riconquista il secondo gradino del podio dopo la finale in Cile nel 2017. Terzo l’inglese Blacke Aldridge, per la terza volta consecutiva sul podio texano. Sfida all’ultimo tuffo dalla piattaforma dei 21 metri della categoria femminile, nel testa a testa più serrato di sempre, che ha portato a chiudere la classifica generale con soli 0.6 punti di differenza tra le prime quattro atlete e 0.1 punti tra la messicana Adriana Jimenez, che ha conquistato la vittoria, e la wildcard Jessica Macaulay, al secondo posto: “È stata una gara molto impegnativa e averla vinta è stata una bellissima sorpresa – ha detto la Jimenez – Non mi aspettavo di vincere, perché tutte le atlete hanno fatto molto bene. Volevo solo rimanere concentrata sulla mia performance, senza pensare al punteggio.” L’inglese Jessica Macaulay, alla sua seconda apparizione in campionato e prima atleta inglese a salire sul podio di una gara del circuito, è stata la vera rivelazione della 20° tappa della Women’s World Series: i suoi tre salti mortali all’indietro le hanno permesso di conquistare il record per il voto più alto di sempre mai assegnato ad un tuffo nella categoria femminile.

Terza classificata la tedesca Anna Bader, tornata in piattaforma da titolare dopo una stagione da wildcard, che festeggia così una giornata di successi insieme al compagno Kris Kolanus, che si è imposto nel circuito maschile. Solo quarta la due volte Campionessa Mondiale Rhiannan Iffland: per la prima volta l’australiana non ha concluso la tappa d’apertura del campionato con una vittoria, mancando il podio per la seconda volta nelle 13 gare a cui ha partecipato.

La 10a edizione della Red Bull Cliff Diving World Series è solo all’inizio e la sfida è aperta! Le emozioni dei tuffi dalle grandi altezze tornano venerdì 29 e sabato 30 giugno con la tappa di Bilbao, la prima in Europa della stagione. Chi conquisterà il podio davanti all’avveniristico Guggenheim Museum?

Risultati uomini prima tappa – Texas | USA
1. Kris Kolanus POL – 424.85 pt
2. Michal Navratil CZE – 394.90
3. Blake Aldridge GBR – 389.25
4. Andy Jones USA – 384.35
5. Sergio Guzman (W) MEX – 383.00
6. Steven LoBue USA – 379.35
7. Alessandro De Rose ITA – 373.20
8. Gary Hunt GBR – 370.50
9. David Colturi USA – 356.60
10. Jonathan Paredes MEX – 356.05
11. Orlando Duque COL – 338.20
12. Miguel Garcia (W) COL – 338.05
13. Nikita Fedotov (W) RUS – 331.20
14. Kyle Mitrione (W) USA – 259.25
Risultati donne prima tappa – Texas | USA
1. Adriana Jimenez (MEX) – 302.20 pt
2. Jessica Macaulay (W) (GBR) – 302.10
3. Anna Bader (GER) – 301.80
4. Rhiannan Iffland (AUS) – 301.60
5. Lysanne Richard (CAN) – 264.90
6. Yana Nestsiarava (BLR) – 258.05
7. Ginger Huber (USA) – 250.15
8. Maria Paula Quintero (W) (COL) – 224.60
9. Eleanor Townsend Smart (W) (USA) – 198.20
10. Irlanda Valdez (W) (MEX) – 183.85