MotoGp – Casco Valentino Rossi, Drudi e il Dottore spiegano il significato dell’edizione per il Mugello [GALLERY]

  • / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
    / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
  • / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
    / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
  • / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
    / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
  • / AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE
    / AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE
  • / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
    / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
  • / AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE
    / AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE
  • / AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE
    / AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE
  • / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
    / AFP PHOTO / TIZIANA FABI
  • / AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE
    / AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE
/

Valentino Rossi e Aldo Drudi spiegano il vero significato del casco speciale per il Mugello del Dottore

Come sempre, Valentino Rossi ha sfoggiato, nel sabato delle qualifiche del Mugello, un casco speciale, realizzato proprio per l’appuntamento italiano. Un omaggio proprio all’Italia, con una bandiera tricolore, la scritta ITA sotto al 46, e una dedica speciale anche per Simoncelli e Toccaceli (QUI l’articolo completo). Ai microfoni di Tv8, Aldo Drudi, designer che collabora con Valentino Rossi da anni ormai, ha spiegato il significato dell’elmetto del Dottore: “con Valentino stiamo lavorando in semplicità, il casco 2018 è molto semplice, abbiamo stilizzato quel casco col tricolore, è un tributo all’Italia, al Mugello, il periodo storico è quello che è, sul casco c’è anche una frase di una canzone di De Gregori, ‘viva l’italia l’italia tutta intera’, è anche un segnale, abbiamo anche un Valentino Rossi in politica adesso“.

/ AFP PHOTO / TIZIANA FABI

In conferenza stampa, anche Valentino Rossi ha spiegato il significato del suo casco: “è un omaggio all’Italia, prima del Mugello parlo sempre con Aldo per cercare di decidere quale casco fare e ho detto che quest’anno volevo un casco con la bandiera italiana, mi piace molto il disegno, ho decidere di mettere la bandiera italiana. Il casco non era celebrativo per il 2 giugno, ci siamo accorti dopo che il weekend del Mugello sarebbe coinciso con la festa della repubblica. Prima di addormentarmi mi sarebbe piaciuto molto correre con un casco italiano e quindi abbiamo scelto il tricolore. La frase di De Gregori invece l’ho scelta perché mi piace molto quella canzone. Erano in ballottaggio anche Elio e l’inno, ma alla fine ha vinto De Gregori“.