• LaPresse/Fabio Ferrari
    LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
  • Foto LaPresse/Fabio Ferrari
    Foto LaPresse/Fabio Ferrari
/

Vincenzo Nibali conquista la Milano-Sanremo, la ‘Classicissima’ più amata dai corridori. Battuti Ewan e Demare

Un autentico capolavoro di Vincenzo Nibali alla Milano-Sanremo 2018. Il ciclista della Bahrain Merida ha staccato sul Poggio tutti i suoi avversari e si è involato da solo verso il traguardo ligure. Una prova da vero fuoriclasse questa del messinese che arricchisce la sua carriera dell’ennesima classica. La ‘Classicissima’ è una prova poco adatta alle sue caratteristiche, ma Vincenzo grazie alla sua tenacia è riuscito lo stesso a dominare dalla Cipressa in poi. Buona seconda posizione di Caleb Ewan della Mitchelton Scott che ha regolato in volata Demare. Nulla da fare per il Team Sky e per la Bora Hansgrohe: le due squadre si sono marcate strette annullandosi a vicenda. Giornata molto difficile per Marcel Kittel della Katusha Alpecin: il tedesco si è staccato nei chilometri finali scollinando sul Cipresso con molta fatica. Il vero protagonista della corsa è stato però Vincenzo Nibali che ha rotto la maledizione: dopo 12 anni infatti un corridore italiano è tornato a vincere la Milano-Sanremo (l’ultimo fu Filippo Pozzato nel 2006). Grande emozione al traguardo per lo Squalo che ancora una volta ha affilato i denti proprio nel momento decisivo, proprio in una corsa in cui nessuno lo dava per favorito ed all’inizio di una stagione che con questo risultato si preannuncia scoppiettante.

Ecco l’ordine d’arrivo della Milano-Sanremo:

1º Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) 7h18’43”
2º Caleb Ewan (Mitchelton Scott)
3º Arnaud Demare (Groupama FDJ)
4º Alexander Kristoff (UAE Team Emirates)
5º Jurgen Roelandts (BMC)
6º Peter Sagan (Bora – hansgrohe)
7º Michael Matthews (Sunweb)
8º Magnus Cort Nielsen (Astana)
9º Sonny Colbrelli (Barhain Merida)
10º Jasper Stuyven (Trek Segafredo)