• Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
/

Elia Viviani ringrazia la squadra dopo la bella vittoria ottenuta nella seconda tappa dell’Abu Dhabi Tour

Elia Viviani ha vinto la seconda tappa dell’Abu Dhabi Tour grazie alla perfetta combinazione con i suoi gregari. Anche oggi il treno Quick Step Floors ha avuto la meglio su tutti riuscendo a battere l’organizzazione della LottoNL Jumbo. Il velocista azzurro ha battuto in volata sia Danny van Poppel della LottoNL Jumbo che Pascal Ackermann della Bora Hansgrohe. Elia Viviani è il nuovo leader della generale (insieme a Kristoff) e domani partirà con la maglia rossa (l’italiano ha qualche decimo di secondo di vantaggio sul norvegese). Il velocista della Quick Step Floors sta tornando agli anti fasti di un tempo, quando riusciva a trionfare in qualunque tipologia di percorso adatto alle sue caratteristiche da velocista. Elia Viviani ha raccontato tutta la sua gioia, come riportato dal sito dell’Abu Dhabi Tour:

“ho bisogno di un giorno per poter poi vincere. Mi sento molto forte ed ero disposto a che a tirare per lo sprint. Abbiamo avuto Julien Alaphilippe e Enric Mas in condizione e davanti al gruppo dei migliori. È stato bello trionfare in questa tappa e la dedico ai miei compagni. A 20 chilometri dalla fine abbiamo iniziato a tirare con Hodeg che poi ha dato lo spazio a Morkov e Sabatini per lanciarmi. Con una squadra del genere è stato facile finire il lavoro”.