/

Pita Taufatofu, dal taekwondo allo sci di fondo: il portabandiera di Tonga a Rio 2016 lancia una campagna per poter partecipare alle Olimpiadi di PyeongChang 2018

Lo abbiamo conosciuto tutti per il suo look… alternativo. Gonnellina e quantità in abbondanza di olio di cocco sul suo corpo: stiamo parlando di Pita Taufatofu, portabandiera del Tonga alle Olimpiadi di Rio 2016. L’atleta partecipò alle scorse Olimpiadi nel taekwondo, ma adesso torna a far parlare di sè perchè sta tentando l’impossibile per poter prendere parte alle imminenti Olimpiadi invernali di PyeongChang 2018. Pita ha iniziato una nuova carriera, lo scorso anno, nello sci di fondo, e ha lanciato una campagna sulla piattaforma GoFundMe per raccogliere fondi per poter volare in Corea del Sud e regalare a suo padre un’immensa soddisfazione, ovvero la partecipazione alla sua seconda Olimpiade. 30 mila i dollari che necessita l’atleta tongano per poter volare in Corea del Sud e sembra che ne abbia già raccolti 18 mila. Queste le sue parole sul sito ufficiale:

“In questo momento sono in allenamento a Seefeld, in Austria, su una delle piste di Coppa del Mondo. Sarò qui tutta la settimana cercando  di migliorare e il mio allenatore Thomas si unirà a me giovedì”.

Siamo tutti curiosi di capire se Pita riuscirà a partecipare alle prossime Olimpiadi invernali e, soprattutto, con quale look… alternativo riuscirà a sorprenderci.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE