/

Clash of Champions 2017, Styles e Charlotte Flair difendono i titoli: controverso il finale del match con Kevin Owens e Samy Zain

Grande serata di Wrestling al TD Garden di Boston. Nella tana dei Boston Celtics, per una volta a dare spettacolo non sono le giocate di Kyrie Irving ma il talento degli atleti WWE. Nella notte di Clash of Champions 2017, PPV esclusiva di SmackDown, tanti match interessanti e dall’esito, per certi versi, inaspettato. Ad aprire lo show è stato lo split definitivo fra i due ex compagni di coppia, Zack Ryder e Mojo Rowley che ha visto quest’ultimo imporsi nel kick off. La main card dello show si apre con il primo titolo in palio, quello USA alla vita di Baron Corbin. Il “Lone Wolf” ha affrontato Dolph Ziggler e Bobby Roode in un complicato match a 3 che lo ha visto sconfitto e beffato. Ad un passo dal connettere la ‘End of Days’, Corbin subisce una clamorosa Zig Zag da Ziggler che diventa il nuovo campione degli Stati Uniti. Ben 8 atleti sul ring divisi in 4 coppie per il fatal 3-way tag team championship match che ha visto gli Usos difendere il titolo di coppia di SD con successo. I samoani si sono difesi egregiamente dagli assalti del New Day, di Gable e Benjamin e soprattutto di Aiden English e Rusev. Proprio il bulgaro è andato più volte vicino al successo, connettendo due Accolade prima su Gable e poi su Big E, senza successo. I gemelli Usos nel finale hanno dato vita ad una combo letale formata da due superkick e uno splash sul povero Gable, che è valsa il conto di 3.

Titolo femminile in palio nella sfida che ha visto impegnate ben 9 atlete, ma solo due sul ring: la campionessa Charlotte Flair e la former champion Natalya. A bordo ring, vista la stipulazione lumberjack, ben 7 atlete, quasi tutte ‘nemiche’ della campionessa: Naomi (unica favorevole alla figlia di Ric Flair), Carmella, Tamina e Lana (contrarie a Natalya), Ruby Riott, Liv Morgan e Sarah Logan (contro tutte). La canadese ha provato a mandare più volte Charlotte fuori dal ring, preda delle lumerjack, ma la situazione ben presto è degenerata. Carmella ha tentato di incassare la sua valigetta, ma la Riott Squad l’ha interrotta per tempo. Nel finale Charlotte è riuscita ad uscire dalla sharpshooter e a connettere la figure-8 che ha portato Natalya alla sottomissione. Nell’incontro successivo i Bludgeon Brothers, finalmente nella nuova veste anche in ppv, hanno avuto la meglio con facilità su Tyler Breeze e Fandango, grazie alla loro devastante “Double Crucifix Powerbomb”.

Penultimo match ricco di suspense, quello che metteva in palio il licenziameto di Kevin Owens e Sami Zayn in caso di sconfitta contro Randy Orton e Nakamura. Decisivo l’intervento dei due arbitri speciali, il commissioner Shane McMahon e il GM Daniel Bryan. Dopo una serie di interferenze, più o meno volontarie, dei due arbitri che hanno impedito a Randy Orton di prendersi la vittoria dopo la sua RKO, è stato Daniel Bryan a sancire il successo di Sami Zayn, contando in maniera alquanto ‘veloce’ su un roll up del canadese. Nel main event AJ Styles ha difeso con successo la cintura di Campione WWE dagli assalti di Jinder Mahal. Il Fenomenale è riuscito a resistere ad una Khallas, subita dopo aver sventato l’intervento dei Singh Brothers, per poi chiudere il match grazie ad una letale calf crusher che ha costretto il maharaja alla resa.

Ecco il riepilogo dei risultati di Clash of Champions 2017:

Kick off

Mojo Rowley vs Zack Ryder – Vincitore Mojo Rowley

Main card

Baron Corbin (c) vs Bobby Roode vs Dolph Ziggler – Vincitore e nuovo campione USA Dolph Ziggler

Usos (c) vs New Day vs Chad Gable e Shelton Benjamin vs Rusev e Aiden English – Vincitori e ancora campioni Usos

Charlotte Flair (c) vs Natalya – Vincitrice e ancora campionessa Charlotte Flair

Bludgeon Brothers vs Breezango – Vincitori Bludgeon Brothers

Sami Zayn e Kevin Owens vs Randy Orton e Nakamura con (Shane McMahon e Daniel Bryan arbitri speciali) – Vincitori Sami Zayn e Kevin Owens

AJ Styles (c) vs Jinder Mahal – Vincitore e ancora campione AJ Styles