• LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/

Le Minnesota Lynx di Cecilia Zandalasini hanno vinto la gara decisiva delle Finals Playoffs della WNBA: la giocatrice azzurra ha raccontato l’emozioni legate alla conquista dell’anello

LaPresse/Reuters

Nella notte italiana le Minnesota Lynx hanno vinto la decisiva gara-5 delle Finals Playoffs WNBA. Trascinate da una splendida prestazione di Morre (18 punti), le Lynx hanno piegato le Los Angeles Sparks per 85-76 giocando una splendida Finale. Seppur entrata in campo per soli 8 secondi, anche l’azzurra Cecilia Zandalasini ha fatto parte di questa straordinaria impresa. La cestista del Familia Schio è diventata la seconda italiana, dopo Pollini nel 1997, ad aggiudicarsi l’anello WNBA. Nel post partita Cecilia Zandalasini ha esternato tutta la sua felicità per questa straordinaria vittoria. “Non so descriverlo, è assurdo, avrò un anello… – le parole a Skysport24 di Cecilia Zandalasini – La squadra e le ragazze sono super, mi porto tanto da questa esperienza e quando ci ripenserò so che avrò delle cose su cui lavorare. Ora però mi godo l’anello: 8 secondi in finale me li sono fatti, è stato fighissimo“.