• LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • Ph: ANSA/CLAUDIO PERI
    Ph: ANSA/CLAUDIO PERI
  • LaPresse/ Fabio Ferrari
    LaPresse/ Fabio Ferrari
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
/

La nona tappa della Vuelta di Spagna avrà un finale pazzesco. Ecco i pronostici di SportFair

La nona tappa della Vuelta di Spagna è adatta agli scalatori. Il percorso odierno vede la partenza da Orihuela e giungere a Cumbre del Sol dopo 174 chilometri ostici e difficili. La prima parte sarà molto pianeggiante, mentre nella seconda ci sarà il temuto Alto de Puig Llorença. Il monte è posto a 132 chilometri e misura 3.2 chilometri con pendenze del 9.2%. Verso la fine la carovana in rosso dovrà affrontare la salita sull’Alto de Puig Llorença Cumbre del Sol, 4 chilometri con pendenze del 9.1% e punte del 21%.

I favoriti

Dopo l’ottima prestazione degli ultimi giorni, Alberto Contador potrebbe attaccare Chris Froome e aggiudicarsi la tappa. Il corridore della Trek Segafredo è in ottima forma e la crisi di Andorra è definitivamente scomparsa. Occhio anche a David De La Cruz della Quick Step Floors abile in queste salite con forti pendenze. Ilnur Zakarin della Katusha Alpecin è l’ago della bilancia di questa Vuelta di Spagna. Il russo sta bene e oggi potrebbe dire la sua.

Outsider

Chris Froome del Team Sky, Vincenzo Nibali della Bahrain Merida, Fabio Aru dell’Astana.