• LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/EFE
    LaPresse/EFE
  • LaPresse/ Fabio Ferrari
    LaPresse/ Fabio Ferrari
/

Matej Mohoric, ciclista della UAE Team Emirates, racconta le sue emozioni provate dopo la vittoria della 7ª tappa della Vuelta di Spagna e svela chi vincerà la corsa iberica

Matej Mohoric ha realizzato un vero e proprio capolavoro nella 7ª tappa della Vuelta di Spagna. Il ciclista sloveno della UAE Team Emirates ha trionfato meritatamente sfoderando una grandissima prestazione. E’ stato il suo primo grande successo tra i professionisti.  Il corridore ha parlato ai microfoni di Sport Fair rivelando le sue emozioni, i suoi progetti futuri, e svelando il suo pronostico sul vincitore della corsa. Ecco la nostra intervista:

Come è stata questa prima settimana alla Vuelta di Spagna?
“La prima settimana è stata molto impegnativa. Abbiamo corso dovendo sempre fare i conti con il forte caldo e affrontando una serie di tappe molto lunghe, alcune oltre i 200 km e altre di poco più corte. C’è stato spazio per le fughe, noi dell’UAE Team Emirates abbiamo cercato di essere sempre presenti negli attacchi e di sfruttare al meglio le occasioni che ci si sono presentate”.

Quali emozioni hai provato dopo la vittoria della 7ª tappa?
“Ero molto contento della vittoria, sia per me che per la squadra. Volevo ringraziare tutti gli sponsor della squadra che mi hanno dato fiducia e supporto in questi due anni di militanza. È stato veramente emozionante vincere, dopo 4 anni dal mio successo a Firenze, una gara di alto livello e con una qualità di partecipanti impressionante”.

In quali altre tappe pensi di poter attaccare e vincere ancora?
“Ho visto un paio di tappe nei prossimi giorni che potrebbero andare bene, con fughe che potrebbero nascere dall’inizio e, ricevendo eventualmente il via libera da parte del gruppo, riuscire ad arrivare al traguardo. Noi come squadra ci proveremo tutti i giorni, cerchiamo di non sprecare gli occasioni. Siamo una squadra molto forte con dei corridori in grado di eccellere in gran parte delle prossime frazioni”. 

Chi vincerà la Vuelta di Spagna?
“Difficile dire chi vincerà la Vuelta. Per ora Froome, con tutta il Team Sky, sembra essere padrone della situazione, ma mancano ancora tante tappe fino a Madrid. Soprattutto l’ultima settimana sarà molto dura e potranno succedere ancora tante cose”. 

Hai gareggiato al Giro d’Italia e adesso sei alla Vuelta. Che differenze ci sono tra le due corse?
“Nel ciclismo moderno il livello dei corridori è sempre alto in nelle tutte le corse del World Tour, quindi da questo punto di vista le differenze sono limitate. Qui alla Vuelta uno dei fattori maggiormente caratterizzanti è il caldo, soprattutto quest’anno nella prima settimana ha inciso notevolmente sulle prestazioni dei corridori”.  

Quali sono i tuoi prossimi impegni?
“Dopo la Vuelta, molto probabilmente correrò i mondiali su strada. Poi sarò di scena a l’8 ottobre a Hong Kong, nel Cyclothon Hong Kong, gara che l’anno scorso vinsi. Dovrebbe essere il mio ultimo appuntamento di una lunga stagione”.

Quali saranno le maggiori difficoltà del tracciato mondiale?
“Penso che la maggiore difficoltà potrebbe essere rappresentata dalle condizioni meteo. Acqua e freddo potrebbero rendere la gara veramente dura e selettiva”.

matej mahoric