/

La nuova Suzuki GSX-R1000R è stata provata dal pilota Andrea Iannone sulla pista di Phillipisland per testarne le doti tecniche

Il pilota ufficiale del Team Suzuki di MotoGP, Andrea Iannone, ha raggiunto con due giorni di anticipo la pista di Phillipisland dove si svolgono i pre-test di campionato per provare la nuova Suzuki GSX-R 1000R, incredibile superbike stradale della Casa di Hamamatsu.124577_broadcast17

Con Iannone c’era anche il suo compagno di squadra Alex Rins con cui ha potuto testare le incredibili doti velocistiche e le performance estreme che la super sportiva giapponese sa regalare grazie ad  un motore a quattro cilindri capace di 202 CV a 13.200 giri, associati a un peso di soli 203 kg.  I due piloti hanno ovviamente potuto apprezzare il mix tra prestazioni offerte dalla nuova moto Suzuki, ma soprattutto hanno potuto fare un confronto diretto con il loro potentissimo prototipo da gara GSX-RR.124577_broadcast07

“La  Suzuki GSX-R 1000R mi ha davvero impressionato, considerando che è una moto di serie. Il motore è molto potente e l’erogazione di potenza è facile da gestire e sufficientemente docile anche per i piloti senza grande esperienza. Allo stesso tempo, però, è anche abbastanza aggressiva per soddisfare quelli più esigenti. La maneggevolezza è eccezionale. – ha dichiarato Iannone che ha aggiunto – Ancora una volta Suzuki ha dimostrato di essere particolarmente abile a realizzare #moto facili da guidare, con reazioni graduali e una buona agilità. La cosa che più colpisce in pista è la velocità in curva, che mi ha ricordato quella che ho trovato sulla mia GSX-RR. Mi è piaciuto anche il cambio; il quick-shifter è molto dolce e permette di tenere un buon passo senza fatica”.