• Dock Side
    Dock Side
  • Race Start
    Race Start
  • Race Start
    Race Start
  • MAGIC CARPET CUBE, Group 0 (IRC >18.05mt), Sail n: GBR1001, Owner: SIR LINDSAY OWEN-JONES rounding the Giraglia Rock
    MAGIC CARPET CUBE, Group 0 (IRC >18.05mt), Sail n: GBR1001, Owner: SIR LINDSAY OWEN-JONES rounding the Giraglia Rock
  • MAGIC CARPET CUBED, Group 0 (IRC >18.05mt), Sail n: GBR1001, Owner: SIR LINDSAY OWEN-JONES
    MAGIC CARPET CUBED, Group 0 (IRC >18.05mt), Sail n: GBR1001, Owner: SIR LINDSAY OWEN-JONES
  • Race Start
    Race Start
  • SFS, Group 0 (IRC >18.05mt), Sail n: FRA1956, Owner: PEAN LIONEL
    SFS, Group 0 (IRC >18.05mt), Sail n: FRA1956, Owner: PEAN LIONEL
  • JETHOU, Group 0 (IRC >18.05mt), Sail n: GBR 74R, Owner: SIR PETER OGDEN
    JETHOU, Group 0 (IRC >18.05mt), Sail n: GBR 74R, Owner: SIR PETER OGDEN
/

Rolex e vela insieme da tempo: una partnership che si consolida sempre di più

Rolex vanta da molto tempo un legame privilegiato con la vela, ed è partner degli eventi,  Il Marchio, che oggi è partner degli eventi, dei protagonisti e degli yacht club più prestigiosi al mondo, condivide la passione dell’eccellenza con i grandi rappresentanti della vela.
Sin dalle origini del Marchio nel 1905, Hans Wilsdorf, il fondatore di Rolex, aveva già compreso l’enorme interesse che avrebbe potuto suscitare un orologio da polso adatto a una società in piena mutazione, dove l’attività sportiva andava acquisendo importanza. Nove anni dopo, nel 1914, un osservatorio rilasciava a un orologio da polso Rolex un certificato di precisione fino ad allora destinato esclusivamente ai Cronometri da marina, strumenti essenziali alla navigazione. Nel 1926 Rolex inventava l’Oyster, primo orologio da polso impermeabile, e nel 1931, il primo sistema di carica automatica per orologio da polso con rotore libero, chiamato rotore Perpetual. Queste innovazioni brevettate sono i capitoli decisivi di una storia che ha portato allo sviluppo degli Oyster Perpetual Yacht- Master e degli Yacht-Master II di oggi. Per Rolex, il mondo è diventato autentico terreno di dimostrazione delle proprietà intrinseche dell’Oyster. Il Marchio ha continuato incessantemente a dimostrare “dal vero” l’affidabilità dei suoi orologi nelle condizioni più estreme: in mare, negli abissi oceanici, sulla terra, nell’aria e sulle vette delle montagne più alte.