“Ne sono certo”: la frase del coach di Sinner che mette paura agli avversari

Il coach di Sinner mette paura agli avversari dopo il successo di Miami: i margini di miglioramento di Jannik sono ancora importanti

SportFair

Jannik è un bravo ragazzo ed è un piacere lavorare con lui in questo momento sta giocando con grande sicurezza, il livello espresso in questi giorni è stato fantastico ma io sono certo che possa fare ancor meglio“. È quanto dichiarato da Darren Cahill, coach australiano di Jannik Sinner fresco vincitore del Masters 1000 di Miami che gli ha permesso di raggiungere la posizione numero 2 del ranking del tennis mondiale.

La sua evoluzione è ancora in corso, con il tempo diventerà ancora più forte, più veloce, più saggio e furbo. Migliorerà ancora, ne sono certo, ma godiamoci il momento, sta giocando ad un livello stellare e sta meritando tutto quello che gli sta accadendo“.

Dopo aver accarezzato con tenerezza il trofeo degli Australian Open, anche a Miami le telecamere hanno catturato un dolce sguardo di Jannik alla coppa: “Jannik sa bene di essere un privilegiato. Fa uno sport che ama e lo fa ad altissimo livello, apprezza ogni aspetto di questa sua vita. Ma la cosa che apprezzo moltissimo di lui – dice Cahill – è che tiene saldamente i piedi per terra, sa che questo è solo uno sport; anche se siamo di fronte ad un professionista serio, è anche un normalissimo ragazzo di 22 anni che ama la sua vita“.

Condividi