Volti sfigurati e perdite di memoria: i campionati di schiaffi fanno discutere

Il campionato di schiaffi fa discutere: atleti con volti deformati, perdita di memoria e svenimenti. Immagini impressionanti

SportFair

Negli ultimi giorni sui social circolano video su video dei campionati di schiaffi. La Power Slap League sta facendo discutere per la sua pericolosità e i rischi che corrono i concorrenti.

La competizione, lanciata da Dana White, preidente dell’UFC, è iniziata questa settimana in America nonostante le tante preoccupazioni sulla sicurezza dei combattenti.

Preoccupazioni che si sono moltiplicate guardando i video delle gare.

Il brutale ko di Sheena Bathory contro Kortney Olson ha lasciato tutti a bocca aperta: la concorrente è finita a terra a seguito di uno schiaffo ricevuto dall’avversaria e poco dopo, nel tentativo di rialzarsi, visibilmente frastornata, ha eseguito una capriola. Successivamente si è alzata ma le sue condizioni non promettevano nulla di buono e in tanti sono accorsi per soccorrerla.

C’è anche chi ha perso momentaneamente la memoria: stiamo parlando di Chris Kennedy, messo fuori combattimento da uno schiaffo infernale del suo omonimo Chris Thomas, a seguito del quale non riusciva a ricordare dove fosse quando è venuto.

Per non parlare di come Sorin Comsa sia rimasto gravemente ferito, con un volto completamente sfigurato dagli schiaffi ricevuti dall’avversario.