Ucraina: Zelensky, ‘dopo Putin uno più duro non lo prendiamo in considerazione’

SportFair

Roma, 17 gen. (Adnkronos) – “Più duro…Ma si può essere ancora più duri? Io non capisco… Mi sembra lui abbia già utilizzato tutto ciò che poteva, abbia già realizzato tutto il suo potenziale. La retorica dura non la prendiamo in considerazione”. Lo ha detto in un’intervista a Porta a porta, che sarà trasmessa stasera, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, rispondendo a Bruno Vespa che gli aveva chiesto se con un’eventuale caduta del presidente russo Vladimir Putin potesse esserci il rischio di un “personaggio più duro” al suo posto.
“Per quanto riguarda le armi – ha aggiunto Zelensky – Le armi più dure di quelle che hanno… I non so quali armi più dure abbiano… Quindi, sinceramente… E io non vedo il senso… Altre persone che verranno al potere?….. Con quale obiettivo? Se solo per rubare i soldi, allora gli è indifferente quale sarà la valutazione da parte dell’Ucraina e il dialogo con l’Ucraina e quale sarà la valutazione dei partner Occidentali. E se al posto di Putin verranno persone che non avranno come obbiettivo semplicemente quello di derubare il popolo e gli abitanti, semplicemente derubare uno stato così ricco, ma invece vivere in qualche modo e svilupparsi, dovranno trovare un accordo non solo con l’Ucraina, ma con tutto il mondo”.