Ucraina: Gb invierà 600 missili Brimstone

SportFair

Londra, 19 gen. (Adnkronos) – Il Regno Unito invierà 600 missili Brimstone all’Ucraina. Lo ha annunciato il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace in una conferenza stampa congiunta con il suo omologo estone Hanno Pevkur, aggiungendo che la Gran Bretagna ha “sbloccato” una serie di pacchetti di aiuti militari nell’ultimo anno e “andrà oltre” inviando anche carri armati Chancellor 2, tre batterie di artiglieria a lungo raggio AS-90 155 e un certo numero di veicoli corazzati, tra cui il Bulldog.
“Oggi posso dire che manderemo altri 600 missili Brimstone – ha affermato Wallace – che saranno incredibilmente importanti per aiutare l’Ucraina a dominare il campo di battaglia. Il Regno Unito lavorerà con gli Stati Uniti e altri paesi “per assicurarsi che questo pacchetto sia presentato in Ucraina nel modo giusto. Il Regno Unito ha appena avviato un altro ciclo di addestramento di base dei soldati ucraini, con l’obiettivo di formarne almeno 20.000 per respingere l’aggressione della Russia”.
“I ministri della Difesa di tutto il mondo si riuniranno venerdì presso la base aerea statunitense di Ramstein, in Germania, per chiarire al presidente Vladimir Putin che sono dalla parte dell’Ucraina”, ha detto ancora Wallace. “Il presidente Putin punta sul fatto che quest’anno ci annoieremo, ma ha torto. Pianificheremo per quest’anno e il prossimo anno e l’anno successivo. Ci saremo dentro a lungo ed è giunto il momento di assicurarsi che la Russia capisca che lo scopo ora è respingerli fuori dall’Ucraina”.
“Putin ha fatto una serie di ipotesi quando ha ordinato alle sue truppe di invadere l’ Ucraina lo scorso febbraio – ha detto ancora Wallace – La prima, che gli ucraini non avrebbero combattuto. La seconda, che i suoi militari avrebbero rapidamente schiacciato ogni resistenza. Infine, Putin ha puntato sul fatto che pensava che la comunità internazionale fosse volubile, che non sarebbe rimasta unita, che non ce l’avremmo fatta”.
“Nessuno di questi si è rivelato vero. Il 2023 darà la dimostrazione a Putin che la comunità internazionale non è divisa, che la comunità internazionale è più che mai determinata a sostenere l’Ucraina per farcela. Non andiamo da nessuna parte, signor Putin – ha concluso – Saremo qui a lungo. Siamo al fianco dell’Ucraina. Devi rifare i tuoi calcoli. Devi cambiarli. Devi lasciare l’Ucraina”.