Spazio, nuovo sistema di salvataggio in Tailandia grazie a tecnologia Thales Alenia Space

SportFair

Roma, 17 gen. (Adnkronos) – Grazie ad una tecnologia spaziale avanzata di Thales Alenia Space la Tailandia attiva un sistema di ricerca e soccorso per i salvataggi delle persone vittime di incidenti a terra, in aria e in mare. La joint venture Thales (67%) e Leonardo (33%) ha infatti annunciato di avere siglato un contratto con Appworks, primo contraente industriale, per la fornitura alla Tailandia di una catena operativa completa di Ricerca e Salvataggio (Sar), basata sul servizio Meosar di Cospas-Sarsat. Thales Alenia Space spiega che la soluzione consentirà di rilevare e localizzare istantaneamente qualsiasi segnale di soccorso emesso da un radiofaro Cospas-Sarsat a terra, in aria e in mare in un raggio di 2.500 chilometri con centro in Bangkok, utilizzando principalmente il sistema di posizionamento satellitare di Galileo.
La joint venture rileva che questa soluzione comprende anche la fornitura di un Centro di Controllo Missione (Mcc) dedicato alla gestione e alla distribuzione degli allarmi e di un Centro di Coordinamento Soccorsi (Rcc) per gestire tutte le attività di ricerca e soccorso come forze armate, guardie costiere o soccorso in mare. Per raggiungere queste prestazioni senza pari, la Tailandia beneficerà dell’innovativo prodotto Meolut Next di Thales Alenia Space, basato sull’approccio dirompente delle antenne Phased Array.
Thales Alenia Space sottolinea che i sistemi Meolut convenzionali, ciascuno dotato di sei grandi antenne paraboliche in un’area grande quanto un campo da calcio circa, sono in grado di ricevere i segnali da sei satelliti (uno per antenna) mentre la soluzione Meolut Next, con le sue piccole antenne posizionate in meno di 6 metri quadrati, traccia fino a 30 satelliti, migliorando così in modo significativo la capacità di rilevamento dei segnali di distanza soccorso e aumentando l’area di copertura. Inoltre Meolut Next è in grado di rilevare segnali di soccorso fino a 5.000 chilometri. La soluzione è già stata scelta dai principali utenti di Cospas-Sarsat – Stati Uniti, Canada, Francia, Unione Europea, Togo – nel corso degli ultimi anni ed è oggi operativa, contribuendo a salvare vite umane, come recentemente dimostrato nell’Oceano Indiano.
Il 18 novembre 2022, infatti, un’antenna Meolut Next ha captato il segnale di soccorso dell’Asteria, una barca a vela capitanata dallo skipper Tapio Lehtinen, che partecipava alla regata Golden Globe, a 2.000 chilometri a sud-ovest della costa di La Réunion, ben al di fuori della portata delle radio Vhf e da altri range di comunicazione. Mentre l’Asteria stava affondando, Tapio ha avuto solo il tempo di indossare la sua tuta di sopravvivenza e saltare in mare aperto con la zattera di salvataggio mentre attivava il suo segnale di soccorso Cospas-Sarsat. Nel giro di 4 minuti, le emissioni di segnale del Meolut Next hanno individuato la posizione dell’imbarcazione, consentendo alle squadre di soccorso di salvare Tapio nelle ore successive.
Benoit Broudy, vicepresidente del Business Navigazione di Thales Alenia Space in Francia, rimarca che “questo è il primo contratto per il dispiegamento della soluzione Meolut Next in Asia che ora è presente in quattro continenti: Americhe, Europa, Africa e Asia”. “Thales Alenia Space crede nello spazio come nuovo orizzonte dell’umanità, che consentirà di migliorare la vita sulla Terra rendendola più sostenibile. Salvare vite umane – osserva Broudy- fa assolutamente parte delle aspirazioni della nostra azienda e lo dimostra il nostro significativo contributo ai servizi di ricerca e salvataggio offerti da Cospas-Sarsat”.