Riforme: Gelmini, ‘priorità non presidenzialismo ma stabilità governi’

SportFair

Roma, 19 gen. (Adnkronos) – ‘In 74 anni abbiamo avuto 68 governi: il nostro problema principale è la stabilità degli esecutivi. Per risolverlo non è necessario introdurre l’elezione diretta del Presidente della Repubblica che oggi è quell’arbitro imparziale di cui il Paese ha bisogno”. Lo scrive sui social Mariastella Gelmini, vicesegretario e portavoce di Azione, pubblicando la foto dell’incontro tra Terzo Polo e il ministro Casellati.
“Pensiamo piuttosto a dare la possibilità agli elettori di scegliere da chi essere governati ed assicuriamo a chi viene investito dal mandato popolare quei meccanismi che evitino quello che è accaduto nella passata legislatura: in quattro anni tre governi con tre diverse maggioranze, tutte rigorosamente diverse dalle coalizioni che si erano presentate al voto”.
“Questo è quello che abbiamo detto oggi al ministro Casellati, con l’aggiunta che l’assetto istituzionale del Paese non può essere riformato a pezzi. Se vogliono davvero riformare la Costituzione ‘ e noi siamo disponibili al dialogo ‘ va fatto un ragionamento complessivo che investa il ruolo delle Camere, l’autonomia e le regioni, gli enti locali”.