Qatargate: procura Milano chiede ogni info su caso, si valuta inchiesta autonoma

SportFair

Milano, 18 gen. (Adnkronos) – La procura di Milano ha chiesto di poter accedere all’intero corredo di informazioni che riguardano il Qatargate così da poter valutare, in tempi brevi, la possibilità di aprire un’inchiesta autonoma. Finora la procura guidata da Marcello Viola ha agito su input della giustizia belga, eseguendo arresti su mandato di arresto europeo oppure perquisizioni alla caccia di documenti e supporti informatici in grado di ricostruire la rete di corruzione e riciclaggio, che avrebbe coinvolto alcuni esponenti di vertice del Parlamento europeo, ipotizzata nell’indagine di Bruxelles.
Alla luce del nuovo arresto di Monica Rossana Bellini, commercialista della famiglia Panzeri, l’ipotesi che il flusso di denaro sia transitato attraverso una società con sede nel Milanese è più concreto, e dunque che dunque possa esserci un’indagine autonoma. Anche in questa ottica si può leggere l’incontro, in calendario la prossima settimana, tra inquirenti belgi e magistrati italiani. La visita servirà non solo per fare copia forense della documentazione sequestrata nelle perquisizioni dello scorso dicembre, ma anche per scambiare informazioni che potrebbero risultare utili per nuovi spunti investigativi.