Proteste Perù, turisti Machu Picchu trasferiti a Cusco

SportFair

Lima, 22 gen. (Adnkronos/Dpa) – La polizia in Perù è intervenuta per sgomberare il campus dell’Universidad Nacional Mayor de San Marcos di Lima dove ha arrestato oltre 200 persone in seguito agli scontri con i manifestanti, arrivati nella capitale da Puno e Cusco, nel sud, epicentro delle proteste in corso in tutto il Paese dopo la destituzione del presidente Pedro Castillo, lo scorso dicembre.
Confermata la chiusura di Machu Picchu. I 418 turisti, 148 stranieri e 270 peruviani, bloccati ai piedi del sito Inca sono stati trasferiti in sicurezza a Cusco, a bordo di autobus e treni, ha reso noto l’agenzia Andina citando il ministero del Turismo.