Pd: Ucraina non divide candidati, ‘sostegno a Kiev un dovere’

SportFair

Roma, 22 gen (Adnkronos) – L’Ucraina non divide i candidati alla segreteria del Pd. “Io ho condiviso tutte le scelte di Letta. Abbiamo il dovere di difendere l’Ucraina. Però serve un di più diplomatico, è compito dell’Europa. Ora è tempo di fare di tutto per la pace”, ha spiegato Stefano Bonaccini al confronto a Mezz’ora in più.
Per Elly Schlein, “è mancato lo sforzo diplomatico e politico dell’Europa per arrivare a una pace giusta. E’ stato giusto sostenere la resistenza ucraina, ma la guerra non si risolverà con le armi. Diverso è la corsa al riarmo in Europa che mi trova contraria, è una china pericolosa”. Anche secondo Paola De Micheli “è stato giusto il sostegno alla resistenza ucraina ma dobbiamo dire di no alle ambiguità del ruolo dell’Europa”.
Secondo Gianni Cuperlo, “il dramma è che il binario dell’azione politica e quello dell’azione militare sono separati. L’Europa deve assumere una iniziativa, non c’è dubbio, e deve spingere per un asse con l’azione degli Stati Uniti che stanno dialogando con i russi e la Cina”.