Pd: Speranza, ‘unità non opzione ma obbligo, abbiamo davanti montagna, scaliamola’

SportFair

Roma, 21 gen (Adnkronos) – “Costituente è la parola giusta, ma non basta. Bisogna essere conseguenti e provare insieme a costruire un messaggio che ci faccia riconnettere nel profondo con una parte larga della società italiana che non crede più nella politica e nella sinistra. Per me costituente è questa”. Lo ha detto Roberto Speranza all’Assemblea del Pd, ricordando il 21 gennaio del 1921 e la nascita del Pci.
“Nessuno può fare lezioni, ma c’è un problema grande come una montagna. Dobbiamo capire come scaliamo la montagna. Costituente significa ricostruire un grande partito nazional popolare capace di difendere gli interessi del Paese e progettare e costruire un’Italia più giusta”, ha spiegato l’ex ministro della Salute.
“Di fronte a questa destra l’unità non è una opzione ma una scelta politicamente e moralmente obbligatoria. Ma l’unità da sola non basta, insieme serve coraggio di innovare cambiare”, ha detto ancora Speranza sollecitando: “La strada non è completata, la Costituente deve continuare. Oggi facciamo insieme un primo passo molto rilevante e importante, ma la sfida non è compiuta. L’assedio a questo campo non è definitivamente tramontato. Serve una Costituente che respiri e vada avanti”.