**Pd: Manifesto Valori si approva o no? Nuovo nodo in vista assemblea**

SportFair

Roma, 17 gen. (Adnkronos) – Dopo le regole delle primarie, c’è un nuovo punto all’odg a creare tensioni nel Pd. Il Manifesto dei Valori, frutto del lavoro del comitato costituente, andrà approvato nell’assemblea nazionale di sabato o no? Dalle parti dell’area Schlein e di Articolo Uno non vi sono dubbi: “Se non lo votiamo, che abbiamo fatto a fare la Costituente? E poi lo prevede lo Statuto”.
Dal fronte Bonaccini invece non mancano le perplessità. Intanto perché l’assemblea che si riunirà sabato è di fatto un’assemblea uscente. Si riunirà nella sua composizione per l’ultima volta e c’è chi sostiene sia opportuno che il Manifesto dei Valori venga approvato dal nuovo ‘parlamentino’ dem, frutto degli esiti del congresso. O comunque venga chiarito che si tratta di un documento ‘aperto’, non definitivo e che “andrà completato”.
“Bonaccini vuole mani libere e non vuole vincoli. Per questo vogliono che il Manifesto venga approvato dopo il congresso…”, si osserva tra i sostenitori di Schlein. Il punto, a quanto apprende l’Adnkronos, è oggetto di confronto in queste ore e non c’è ancora un accordo tra i candidati alla segreteria. Come già accaduto per le tensioni sulle primarie on line, Enrico Letta segue la vicenda in modo “laico”: il segretario intende “valorizzare il lavoro fatto dal Comitato costituente e dai sottocomitati sul Manifesto dei Valori, ma per lui stella polare è sempre accordo tra candidati”, si spiega.