Non chiamateci più Farfalle: l’urlo delle azzurre della ginnastica

Le azzurre della ginnastica dicono addio ad un'era: Maurelli e compagne lanciano un messaggio sui social! Non vogliono essere chiamate più Farfalle

SportFair

La ginnastica italiana sta vivendo un momento davvero difficile. Diverse ex atlete hanno denunciato pressioni e violenze psicologiche negli anni e adesso si sta lavorando per ripulire quello che sembra un sistema interamente ‘macchiato’.

In attesa di nuovi risvolti, intanto, le atlete della Nazionale italiana di ginnastica ritmica hanno rotto il silenzio. Il capitano delle azzurre Maurelli e le compagne di squadra hanno condiviso sui social le foto di farfalle con le ali spezzate, a corredo delle quali hanno pubblicato un messaggio chiaro e diretto.

Il messaggio delle azzurre della ginnastica

L’era delle “Farfalle” NATA giornalisticamente ad Agosto del 2004, MUORE dopo 18 anni sempre giornalisticamente a Novembre 2022.
La rottura è dolorosa ed irreversibile, dato sopratutto il peso insostenibile di un collegamento diretto e ormai mediaticamente inevitabile a violenze e abusi che non rispecchia il nostro stesso ideale di libertà. L’attuale e futura Squadra Nazionale Italiana di Ginnastica Ritmica non si riconoscerà MAI PIÙ con il soprannome FARFALLE“, hanno scritto.

Per il momento non rilascio nessuna dichiarazione. Oggi sono in allenamento all’Accademia di Desio con la squadra. Domani sarò in consiglio a Roma per discutere con i vertici dello sport e della ginnastica italiana. Non so cosa ci succederà, ma lo sport mi ha insegnato tanto“, ha aggiunto il capitano.