Difesa: Consiglio supremo, necessari progresso e competività industria nazionale

SportFair

Roma, 17 gen. (Adnkronos) – Durante la riunione del Consiglio supremo di Difesa, svoltasi nel pomeriggio al Quirinale sotto la presidenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, “é stata portata all’attenzione l’esigenza che la strategia d’impiego dello strumento militare coniughi sempre due linee d’azione parallele: quella operativa e quella cooperativa; che assumano crescente importanza l’integrazione interforze e l’interoperabilità; e che, in generale, le questioni di sicurezza siano affrontate, in una visione comune delle sfide, nel quadro di una strategia nazionale. In tale contesto assume speciale rilevanza strategica l’avanzamento tecnologico e la competitività dell’industria nazionale”.
Alla riunione hanno preso parte il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni; i ministri della Difesa, Guido Crosetto; dell’Interno, Matteo Piantedosi; degli Esteri, Antonio Tajani; dell’Economia, Giancarlo Giorgetti; delle Imprese, Adolfo Urso; il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Alfredo Mantovano; il capo di stato maggiore della Difesa Giuseppe Cavo Dragone; il consigliere per gli Affari del Consiglio supremo di Difesa, Francesco Garofani; il segretario generale della Presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti.