Brasile: governo Lula cambia i vertici della polizia federale in 18 stati

SportFair

Brasilia, 19 gen. (Adnkronos/Dpa/Europa Press) – Il ministro della Giustizia brasiliano Flavio Dino ha ufficializzato il licenziamento di 18 capi della polizia federale e la sostituzione di 26 dei 27 dirigenti regionali della polizia stradale federale, una decisione non dovuta agli attacchi ai palazzi istituzionali dell’8 gennaio, ma che era già prevista dal nuovo governo di Luiz Inácio Lula da Silva.
L’unico sovrintendente regionale del Polizia Stradale Federale che resta al suo posto è quello di Piauí, mentre per quanto riguarda la Polizia Federale, lasceranno il loro posto i capi di Rio Grande do Norte, Mato Grosso do Sul, Rondonia, Santa Catarina, Goiás, Rio de Janeiro, Sergipe, Pernambuco , Maranhao, Mato Grosso, Tocantins, Paraíba, Alagoas, Sao Paulo, Paraná, Pará, Amazonas e Minas Gerais.
Il nuovo sovrintendente della polizia federale di Rio de Janeiro è Leandro Almada, noto per aver condotto una difficile indagine sull’omicidio del consigliere Marielle Franco e della persona che viaggiava con lui, Anderson Gomes. Insieme a questi cambiamenti nella Polizia, il governo Lula ha apportato modifiche agli uffici di sicurezza di Palazzo Planato, sede della Presidenza, e di quello di Alvorada, residenza ufficiale, a causa della mancanza di fiducia negli alti comandi militari dopo gli attacchi dell’8 gennaio.