Horner e Wolff sostengono Binotto: “ha resistito più del previsto”

Toto Wolff e Christian Horner mostrano solidarietà a Mattia Binotto dopo le dimissioni: le parole dei due team principal sul collega della Ferrari

SportFair

E’ passata qualche settimana ormai dall’annuncio delle dimissioni di Mattia Binotto. La Ferrari cerca adesso un nuovo team principal, ma non tutti sono d’accordo con la mossa della squadra di Maranello.

Si è parlato molto degli errori strategici dal muro o dei fallimenti nei pit stop durante questa stagione, ma i suoi colleghi di Red Bull e Mercedes gli hanno mostrato solidarietà, inviandogli messaggi di affetto. 

Il primo è stato fatto al gala annuale della FIA: “ha dedicato un lungo periodo della sua carriera e della sua vita alla Ferrari, e sono sicuro che deve essere molto difficile per lui lasciare la squadra dopo tutto questo tempo. La sua partenza crea una pressione enorme sulla Ferrari. Il suo successore sarà il sesto team manager con cui ho avuto a che fare da quando sono alla Red Bull, e questo mette molta pressione sulla posizione“, ha dichiarato Horner, a Milton Keynes dal 2005.

Wolff ha invece parlato di Binotto al podcast di F1 , Beyond The Grid , e ha anche sottolineato le pressioni a cui sono sottoposti i direttori del Cavallino Rampante: “essere a capo della Ferrari porta con sé molta pressione. Rappresentare la Ferrari è rappresentare il Paese. Ti sollevano o affondi con grande facilità e sei sempre in prima linea. E’ successo l’inevitabile e Binotto ha resistito più del previsto“.

Io e Mattia abbiamo avuto i nostri conflitti. Mattia conosce a fondo la F1, quindi sono sicuro che possa trovare un ruolo con un’altra squadra”, ha concluso il team principal Merrcedes.