Mancini e Stankovic portano il feretro di Mihajlovic: i funerali | FOTO e VIDEO

Dolore e commozione ai funerali di Mihajlovic: in tantissimi a Roma per l'ultimo saluto a Sinsa. Stankovic e Mancini portano fuori dalla chiesa il feretro

  • funerali mihajlovic
    Foto di Claudo Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
  • funerali mihajlovic
    Foto di Caudio Peri / Ansa
/
SportFair

Dopo la Camera Ardente, tenutasi ieri a Roma, è arrivato oggi il momento dell’ultimo saluto a Sinisa Mihajlovic, morto venerdì 16 dicembre alla clinica Paideia di Roma. I funerali dell’ex calciatore e allenatore serbo sono stati celebrati oggi nella Chiesa Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a piazza della Repubblica, sempre nella Capitale.

In tantissimi sono stati presenti all’evento: parenti, amici, allenatori, presidenti e giocatori e molti tifosi, che hanno omaggiato Sinisa con applausi e cori.

La Lazio si è presentata al completo. Presenti anche tanti calciatori ed ex giocatori o allenatori: Sarri, il ct Roberto Mancini, Vincenzo Montella e Renzo Ulivieri. Non è mancato l’ex compagno di squadra alla Roma Francesco Totti, arrivato in compagnia di Bruno Conti e Morgan De Sanctis. Poi il presidente della Lazio e senatore Claudio Lotito e Daniele De Rossi, allenatore della Spal.

Tanti i tifosi presenti al funerale, anche quelli della Stella Rossa, la squadra con cui Mihajlovic ha vinto la Coppa dei Campioni da calciatore.

Mancini e Stankovic, in compagnia di De Silvestri e Lombardo, hanno portato fuori dalla chiesa il feretro di Mihajlovic.

Le parole del cardinale

Non è scappato davanti alla malattia, ha dato forza mostrando la fragilità dolce di un guerriero. La fragilità è una porta, non un muro. Togliamo le pietre dal nostro cuore per vivere in pace con noi e gli altri. Ci stringiamo intorno a loro e a chi è legato a lui. Sinisa voleva diventare vecchio con tanti nipoti, è stato uno capace di dare un’occasione a chi non l’aveva mai avuta e vorrei che oggi sentiate l’affetto della madre chiesa. Proprio perché è una madre non si arrenderà mai al dolore dei suoi figli. È un saluto doloroso che ci lascia increduli“, sono state le parole del cardinale Matteo Maria Zuppi.